|
Porto di Napoli
19 ottobre 2018, Aggiornato alle 16,32
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Infrastrutture

Porto di Taranto riqualifica il waterfront

L'authority avvia il bando gara per la ristrutturazione del molo San Cataldo e della Calata 1


L'Autorità Portuale di Taranto ha avviato oggi, mediante l'invio alla Gazzetta ufficiale dell'Unione europea, il bando gara per l'affidamento dei lavori di "Rettifica, allargamento ed adeguamento strutturale della banchina di levante del molo san Cataldo e della Calata 1 del porto di Taranto". 

L'intervento consisterà nella rettifica del filo banchina del primo sporgente che sarà allineato con i tratti precedenti e successivi, seguendo le indicazioni del piano regolatore portuale con conseguente allargamento della banchina di levante. L'area dei lavori si estende per circa 230 metri, con una larghezza pari a circa 25. Si prevede la realizzazione di una banchina su pali con impalcato spessi 1,60 metri costituiti da travi e piastre prefabbricate solidarizzate tra loro da un getto di completamento in cemento armato. La quota finale del rustico del piazzale è di 2,80 metri. L'intervento include anche il consolidamento della Calata 1 attraverso il rifodero della banchina esistente attualmente inagibile. Entrambe le banchine interessate dall'opera sono destinate ad uso pubblico.

Lavori che consentiranno agli operatori di usufruire di ulteriori ormeggi per il traffico passeggeri/merci varie/Ro-Ro/Ro-Pax. Grazie anche al realizzando Centro Servizi Polivalente (che avrà tra le altre cose funzione di stazione marittima), il cantiere rientra nel più ampio percorso di riqualificazione di tutto il waterfront (fino al Castello Aragonese) per una necessaria integrazione tra la città e il porto, generando continuità tra spazi pubblici e interconnessioni pedonali e, quindi, tra la le aree portuali e il borgo cittadino con lo sviluppo di attività di natura culturale-ricreativa e connesse al traffico passeggeri.

Con il progetto di riqualificazione del waterfront, lo scalo di Taranto si è classificato tra i vincitori del "Premio Urbanistica", nella categoria "Qualità delle infrastrutture e degli spazi pubblici" nell'ambito del concorso indetto dalla rivista scientifica dell'Istituto Nazionale di Urbanistica che, dal 2006, seleziona i progetti preferiti dai visitatori di Urbanpromo, l'evento nazionale di riferimento per la rigenerazione urbana organizzato dall'Inu e da Urbit. Il premio verrà consegnato l'8 novembre.

L'appalto sarà aggiudicato mediante procedura aperta ai sensi dell'art. 60 del D.lgs. 50/2016, con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell'articolo 95, comma 2, del D.lgs. 50/2016.