|
adsp napoli 1
24 giugno 2024, Aggiornato alle 19,40
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4
Infrastrutture

Porto di Piombino, inaugurata la bretella per la zona nord

Un tratto Gagno-Terre Rosse che collega il porto nuovo e le aree industriali bypassando la città. Lavori per 10 milioni di euro, durati tre anni


Martedì scorso è stata inaugurata la nuova bretella Gagno-Terre Rosse che collegherà la via di accesso a Piombino con il porto nuovo e le nuove aree industriali. In attesa della realizzazione del primo lotto dei lavori del prolungamento della SS 398 fino allo scalo portuale, la nuova viabilità fungerà da primo passo per lo snellimento del traffico verso la città, fino ad oggi tappa obbligatoria per accedere alla nuova zona nord del porto.

I lavori sono costati circa 10 milioni di euro, appaltati dall'Autorità di Sistema Portuale del Tirreno Settentrionale in qualità di soggetto attuatore del commissario straordinario, il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani. Sono stati aggiudicati alla ditta Sales a novembre 2019 e consegnati nel 2021 dopo che nella fase di progettazione esecutiva delle opere sono state presentate dall'impresa delle varianti migliorative per la realizzazione di due ulteriori rotatorie, una a Gagno e una a Montecaselli. I lavori sono quindi stati completati in tre anni. L'intervento è consistito nella realizzazione di un asse stradale a due corsie per uno sviluppo di circa 1,5 chilometri comprensivo del varco di accesso alle nuove aree portuali.

Come sottolineato dal presidente dell'Adsp, Luciano Guerrieri, questo nuovo collegamento rappresenta per il porto di Piombino un'infrastruttura strategica per la valorizzazione delle nuove aree del porto della zona Nord, che si estendono su una superficie di circa 300 mila metri quadri di piazzali e banchine con fondali fino a 20 metri. L'opera non serve soltanto a collegare nell'immediato le nuove aree portuali commerciali-industriali a Nord del porto di Piombino ma sarà funzionale anche alla connessione con il primo lotto del prolungamento della SS398 Montegemoli-Gagno, in corso di realizzazione da parte di Anas. La nuova viabilità sarà anche un punto di ripartenza del prolungamento del secondo lotto della SS398 fino alle aree portuali dedicate principalmente al traffico traghettistico, opera complessa, per le quali l'Adsp sta sviluppando la relativa progettazione, per procedere entro breve con l'appalto. «Infine - spiega Guerrieri - il tratto stradale realizzato servirà anche come punto di connessione con le nuove aree dedicate al diporto nautico e alla relativa cantieristica denominate Polo della Chiusa, nonché con le restanti aree costiere del Quagliodromo fino al porto di Tor del Sale».

Per la realizzazione dell'opera sono stati utilizzati circa 170 mila tonnellate di materiali provenienti da centri di recupero degli inerti (MPS) per la formazione dei rilevati e circa 15 mila tonnellate di materiali riciclati per la realizzazione delle sovrastrutture, tra cui la formazione della fondazione e sottofondazione stradale, oltre alla realizzazione della finitura stradale e del tappeto bituminoso fonoassorbente, per abbattere il rumore provocato dai mezzi in transito.

Tag: piombino