|
napoli 2
26 ottobre 2021, Aggiornato alle 22,04
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Personaggi

Porto di Napoli, si sgretola il fronte contrario al bis di Spirito. Solidarietà di Sipotra

Dopo la smentita di Grandi Navi Veloci, arriva la solidarietà della Società italiana di politica dei trasporti, dopo la lettera pubblicata sul Corriere del Mezzogiorno che liquidava quattro anni di governance

Pietro Spirito, presidente dell'Autorità di sistema portuale del Tirreno Centrale (hospitalitysud)

«Il Consiglio Direttivo della Società italiana di politica dei trasporti ritiene di interpretare il punto di vista dei soci dell'Associazione nel confermare la sua stima e la sua vicinanza all'amico Pietro Spirito, presidente dell'AdSP Mare Tirreno Centrale». Si sgretola sempre più il fronte partenopeo contrario alla riconferma della dirigenza dell'Autorità di sistema portuale che governa i porti di Napoli, Salerno e Castellammare di Stabia. Sipotra esprime solidarietà a Spirito dopo che sabato scorso, sul Corriere del Mezzogiorno, è stata pubblicata una lettera firmata apparentemente dalla quasi totalità delle imprese portuali di Napoli in cui si affermava – senza particolari argomentazioni di contenuto – la contrarietà alla riconferma di Spirito per altri quattro anni, sostenendo che gli ultimi quattro sono stati del tutto simili alla paralisi amministrativa della gestione commissariale, durata da marzo 2013 a dicembre 2016.

Una lettera che si è poi rivelata abbastanza sconclusionata visto che Grandi Navi Veloci e la capogruppo – a cui si rifanno, direttamente o indirettamente, la maggioranza delle imprese portuali di Napoli – si è dissociata affermando di non aver mai autorizzato un intervento del genere.

«Almeno la metà di noi – prosegue la nota – conosce Pietro da una vita, molti hanno avuto occasione di collaborare con lui prima dell'assunzione dell'attuale carica. In tutte queste vesti ne abbiamo apprezzato l'integrità e l'indipendenza da interessi costituiti di qualsiasi natura, sorrette peraltro da una forte cultura scientifica. Anche per queste doti, va aggiunto, una personalità "scomoda" che non si è mai sottratta agli "inconvenienti" che ne sono derivati nella sua vita professionale».

Tag: gnv - napoli - nomine