|
napoli 2
01 dicembre 2020, Aggiornato alle 18,54
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Porto di Gioia Tauro, 3,3 milioni di canoni in più. Corte dei Conti approva bilancio

Lo scalo, commissariato da sei anni, nell'ultimo anno e mezzo ha potenziato le infrastrutture e incrementato i traffici

Il porto di Gioia Tauro

La Corte dei Conti approva la gestione finanziaria dell'Autorità portuale di Gioia Tauro, scalo sotto gestione commissariale dal 2014 ma che - al netto del pessimo 2020 globale - ha potenziato sensibilmente infrastrutture e traffici a partire dal 2019

Il giudizio è contenuto nella relazione annuale dell'organo costituzionale e riguarda l'attività amministrativo-contabile dell'ente guidato dal commissario Andrea Agostinelli. «Dal resoconto è emersa una complessiva gestione positiva, soprattutto, nei confronti dei limiti di finanza pubblica che sono stati rispettati», si legge in una nota dell'authority calabrese. Nello specifico, la Corte dei Conti ha evidenziato l'incremento dell'accertamento dei canoni demaniali nel corso del 2019, incrementando le entrate per 3,3 milioni di euro. Inoltre, ha sottolineato l'importanza di aver adottato nel Piano Operativo Triennale l'attività anticorruzione per gli anni 2019-2021.  

L'avanzo di amministrazione è stato pari a 120,64 milioni, superiore al 2018 per 2,45 milioni. In particolare, la quota vincolata di tale avanzo è stata pari a 91,15 milioni, di cui 79 milioni circa a finanziamento di opere e lavori infrastrutturali del Piano Operativo Triennale. Altri 10,8 milioni sono stati destinati al fondo per rischi ed oneri e contenzioso e, infine, 1,29 milioni di euro al fondo per il trattamento di fine rapporto. Aumenta la consistenza di cassa che, sempre alla fine dell'esercizio 2019, ammonta a oltre 141 milioni (123 milioni nel 2018).