|
napoli 2
15 gennaio 2021, Aggiornato alle 18,05
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Porto di Civitavecchia va in esercizio provvisorio

A seguito della mancata approvazione del bilancio di previsione - accaduto prima dell'insediamento di Musolino - il ministero dei Trasporti autorizza la prassi

Fortezza Michelangelo, sede dell'Autorità portuale di Civitavecchia (Joe Pitha/Flickr)

Il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha autorizzato l'esercizio provvisorio per l'Autorità di sistema portuale del Tirreno Centro Settentrionale (Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta) a seguito della mancata approvazione del bilancio di previsione 2021, che ha preceduto la nomina del nuovo presidente, Pino Musolino.  

L'amministrazione, scrive una nota, pur potendo spendere mensilmente quanto era stanziato mese per mese per il 2020, in questa fase ha voluto prudenzialmente vincolare le uscite dell'ente al rendiconto dello scorso anno, anziché alle previsioni, quindi di fatto autolimitandosi nella spesa dei primi mesi dell'anno. 

«Abbiamo ritenuto - dichiara il presidente Musolino - con la evidente volontà di dare un segno tangibile, di operare in modo estremamente prudenziale rispetto all'esercizio provvisorio, per impostare quel percorso di risanamento del bilancio dell'Ente necessario per poter aspirare a lavorare con serenità per il futuro. Si tratta di un chiaro segnale - conclude - di come si stia operando per raggiungere prima possibile l'equilibrio economico-finanziario dell'ente, in modo da poter approvare il bilancio di previsione 2021, facendo così ripartire l'Adsp anche dal punto di vista della capacità di spesa e di investimento».