|
adsp napoli 1
13 giugno 2024, Aggiornato alle 11,01
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4
Infrastrutture

Porto di Brindisi, completati i gommati per binari su Costa Morena

Conclusi i lavori che permetteranno ai mezzi pesanti di attraversare agevolmente i binari, collegando meglio testata nord e banchina est


Nei giorni scorsi la ditta Fenix Consorzio Stabile ha concluso e consegnato all'Autorità di sistema portuale dell'Adriatico Meridionale i lavori relativi alla realizzazione di tre attraversamenti gommati sul raccordo ferroviario di Costa Morena Est, nel porto di Brindisi, finalizzati ad agevolare il collegamento tra il fascio dei binari, il piazzale e le banchine.

Le strutture, note anche come "gommati per binari", sono progettati per consentire e agevolare il transito e l'attraversamento sicuro di veicoli, soprattutto mezzi pesanti, lungo i binari ferroviari, nei punti dove strade e piazzali intersecano le linee ferroviarie. Tramite la realizzazione dei tre attraversamenti carrabili, che hanno un interasse di circa 100 metri e una larghezza di 10 metri, saranno migliorate notevolmente funzionalità e sicurezza nell'utilizzo del piazzale di Costa Morena Est, la cui parte più interna risultava maggiormente isolata rispetto agli accosti di Testata Nord e di banchina Est per la presenza della vasca di colmata e del fascio di binari che si sviluppa in senso longitudinale rispetto allo sporgente. 

I tre attraversamenti, oltre a implementare operatività e sicurezza, mirano a risolvere, anche, quei fenomeni di congestione che spesso si registrano durante le operazioni portuali sulle aree retrostanti delle banchine.

Ciascuno delle tre strutture è costituita da moduli in gomma, vulcanizzata piena (piastre), collegati tra loro per creare un passaggio di area. Il sistema modulare è composto da piatti singoli in gomma, uniti mediante elementi di fissaggio per garantire il passaggio a raso, da una parte all'altra dello sporgente di Costa Morena Est, di mezzi pesanti, persino delle imponenti gru portuali.

Nel corso dell'intervento, che ha avuto un costo complessivo di 815 mila euro, sono stati effettuati anche lavori migliorativi e manutentivi dell'intera infrastruttura. Per garantire, infatti, standard di sicurezza adeguati, sono stati sostituiti sia alcune traverse, sia numerosi traversoni in legno ubicati in corrispondenza di alcuni deviatoi che risultavano ammalorati. Inoltre, è stata effettuata una revisione di tutti gli scambi e dei tratti di binario con curve di raggio ridotto.

«L'impatto sulla gestione del flusso merci sarà rilevante - commenta il presidente del porto di Brindisi, Ugo Patroni Griffi - Questo intervento, infatti, apporterà un sensibile miglioramento all'operatività di piazzali e banchine, agevolando notevolmente quello che è considerato il futuro della logistica: il trasporto intermodale, un approccio integrato ed efficiente in grado di avvalersi di tutte le diverse modalità di trasporto disponibili per ottimizzare le operazioni, migliorare l'efficienza complessiva del sistema di trasporto e rendere le connessioni sempre più sostenibili, sicure e veloci. Questo intervento- conclude il Presidente- è il frutto di un virtuoso percorso di dialogo e di confronto che abbiamo avviato con gli operatori e con il cluster marittimo brindisino. Gli incontri ci hanno consentito di individuare bisogni e potenzialità, programmare gli interventi e agire tempestivamente con un'azione considerevole, finalizzata a rendere l'infrastruttura portuale ancora più performante e integrata». 

Lo snodo ferroviario di Costa Morena Est riveste un'importanza strategica e funzionale per tutte le attività del porto, in quanto è al servizio sia delle cosiddette "autostrade del mare", sia della vasta ed operosa zona industriale di Brindisi. 

L'intero raccordo ferroviario portuale di Brindisi, fatta esclusione per i due binari lato sud del fascio di presa e consegna, è in esercizio e su di esso vengono effettuate le operazioni di carico materiali da autocarri su carri ferroviari, per le cui manovre l'Autorità di sistema portuale ha rilasciato una concessione di servizi a Mercitalia.