|
napoli 2
05 agosto 2020, Aggiornato alle 18,46
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Porti ecosostenibili, a Venezia il summit del Cold Ironing

La conferenza mondiale sull'innovativo sistema di alimentazioni elettrica delle navi in banchina si terrà il 26 aprile presso il Terminal Passeggeri dello scalo lagunare


La conferenza mondiale sul "Cold Ironing" si terrà il 26 aprile presso le strutture congressuali della Venezia Terminal Passeggeri, che organizza l'evento in collaborazione con l'European Cruise Council. Il cold ironing è un sistema di alimentazione elettrica delle navi in banchina che consente di spegnere i motori ausiliari delle unità attraccate, eliminando le emissioni. Una alternativa energetica che permette dunque alle navi ferme di ricevere la corrente da terra senza dover tenere accesi i motori per alimentare i generatori di bordo e di sfruttare il calore generato dall'impianto a terra per riscaldare o raffreddare le strutture dei terminal del porto o addirittura la città nelle vicinanze al porto, con una notevole riduzione dell'inquinamento. All'incontro parteciperanno i massimi esperti internazionali illustreranno a rappresentanti istituzionali, fornitori di attrezzature ed operatori le novità del settore e le procedure per implementare questi sistemi energetici eco friendly. Nel Porto di Venezia oggi, grazie ad un accordo fra Autorità Portuale e Enel sottoscritto nel febbraio 2010, si prevede la realizzazione di un sistema in grado di alimentare quattro navi contemporaneamente. "Il rinnovamento in chiave "green" del nostro porto è una scelta obbligata anche a fronte dell'aumento costante dei traffici crocieristici nelle prossime stagioni",  sottolinea Roberto Perocchio, amministratore delegato di Venezia Terminal Passeggeri. "Un nuovo modo di intendere l'approvvigionamento energetico, da parte di VTP,  che investe l'intera area portuale di Marittima. A breve infatti – aggiunge Perocchio - sarà operativa una flotta di shuttle elettrici per la distribuzione dei passeggeri tra i parcheggi, e lancioni elettrici per servire i collegamenti acquei con il centro storico".

Foto: Roberto Perocchio