|
Porto di Napoli
16 novembre 2018, Aggiornato alle 11,30
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Port Community System migrerà  nel cloud ministeriale

Entro settembre i PCS delle autorità portuali dovranno trasferirsi nella Piattaforma logistica nazionale, stabilisce un decreto ministeriale


Entro il 30 settembre i Port Community System (PCS) delle Autorità di sistema portuale dovranno migrare nei private cloud della Piattaforma Logistica Nazionale (PLN) del ministero dei trasporti, quest'ultima gestita da UIRNet. Il governo avvia l'omogenizzazione delle piattaforme informatiche che gestiscono nei porti i rapporti tra operatori e pubblica amministrazione. Lo fa con una direttiva ministeriale del 20 marzo pubblicata lunedì in Gazzetta ufficiale.

Il PCS è un sistema informatico «aperto e neutrale», stabilisce la legge, che abilita lo scambio di informazioni sicure tra operatori ed enti pubblici. Il suo scopo è quello di ottimizzare, gestire e automatizzare i processi autorizzativi e logistici.

Gli articoli importanti del decreto del ministero dei Trasporti sono il 2, che stabilisce il termine per la migrazione dei PCS in cloud, il modo in cui stabilire le tariffe e il grado di personalizzazione dei software. Infine l'articolo 4, che contiene gli obblighi di UIRNet.