|
Porto di Napoli
12 dicembre 2018, Aggiornato alle 16,31
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Armatori

Pietro Dapelo nuovo presidente Toremar

Sindacalista ed ex funzionario del ministero della Marina mercantile, prende il porto di Stelio Montomoli

Pietro Dapelo è il nuovo presidente di Toremar. L'ufficialità è arrivata a margine dell'assemblea dei soci della compagnia di navigazione toscana, riunitasi stamattina. Dapelo prende il posto di Stelio Montomoli, scomparso lo scorso giugno.

Militante sindacale, Dapelo nasce 71 anni fa a Camogli ma da più di quarant'anni vive a Livorno dove è sposato con due figli. Nel 1965 inizia la sua carriera a bordo delle navi, sia da carico che passeggeri, in società private e pubbliche. Entra nell'organizzazione sindacale a tempo pieno nel 1971, assumendo negli anni successivi varie cariche tra cui quella di segretario provinciale della Federazione Lavoratori Marittimi Film/Cgil di Livorno, e segretario provinciale e regionale della Federazione Lavoratori Trasporti Filt/Cgil di Livorno e Firenze, fino a diventare coordinatore Nazionale Filt/Cgil (settore Ferries). Iscritto al Pci dal 1969 (in seguito Pds, Ds e Pd), Dapelo ha assunto anche incarichi nel Consiglio Superiore del ministero della Marina Mercantile e nel Consiglio di indirizzo e vigilanza dell'Istituto di Previdenza per il settore marittimo. 

«Ho detto sì con orgoglio ed entusiasmo a questo incarico – commenta Dapelo – In occasione della privatizzazione di Toremar, caso unico nella storia della marineria italiana, il gruppo Onorato ha salvaguardato i posti di lavoro, ha assunto tutti i marittimi a tempo indeterminato ha regolarizzato la posizione di 70 lavoratori che erano precari da oltre dieci anni. So che non sarà un compito facile sostituire Stelio Montomoli, che aveva qualità uniche, ma posso garantire che il mio impegno sarà massimo fin da oggi». «È un esperto», commenta Matteo Savelli, amministratore delegato di Toremar ed ex presidente ad interim.