|
Porto di Napoli
15 dicembre 2018, Aggiornato alle 12,25
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Eventi

Pausilypon, una rassegna musicale per salvare il patrimonio archeologico

Sono in programma fino al 28 luglio gli spettacoli nell'ambito della manifestazione curata dal Centro Studi Gaiola


E' giunta alla decima edizione e durerà quest'anno fino al 28 luglio la rassegna Pausilypon: Suggestioni all'Imbrunire, curata dal Centro Studi Interdisciplinari Gaiola Onlus, con la direzione artistica di Serena Improta, d'intesa con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per il Comune di Napoli. L'evento ha come scopo, sin dalla sua nascita, quello di accendere un riflettore su uno dei più importanti siti archeologici e naturalistici della città raccogliendo fondi per la tutela e manutenzione dell'area.

 

Il programma della rassegna

 

Numerose sono le attività finanziate in questi anni che vanno da progetti di restauro e recupero di strutture archeologiche del sito – come la Grotta di Seiano e il teatro romano - alle attività di ricerca, interventi necessari al mantenimento del patrimonio culturale presente e a garantirne la fruizione da parte del pubblico e dei cittadini.


Tutti i progetti vengono svolti seguendo le indicazioni e le priorità dettate dalla Soprintendenza archeologica. "Molti sono i progetti di ricerca e recupero che potrebbero essere attivati - dichiara Maurizio Simeone, presidente del CSI Gaiola onlus - consentendo di allargare anche i percorsi di visita del sito, ma purtroppo spesso è necessario dirottare le risorse verso problematiche contingenti di ordinaria manutenzione e servizi per garantire la fruizione ed apertura al pubblico del sito come appunto accaduto recentemente con l'impianto elettrico oppure il noleggio dei bagni chimici per sopperire nei periodi di maggior affluenza alla mancanza di servizi igienici nel sito. Per questo – conclude Simenone - è assolutamente indispensabile il contributo dei cittadini che partecipando alla rassegna e venendo a visitare il sito danno il loro contributo al mantenimento del sito stesso".