|
napoli 2
22 settembre 2021, Aggiornato alle 21,09
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Nove miliardi di investimenti tecnici: Fs approva la Relazione finanziaria 2020

L'apporto del gruppo ferroviario al Pil nazionale è del 2,4%


Registrando circa nove miliardi di investimenti tecnici, il consiglio di amministrazione di Ferrovie dello Stato Italiane ha esaminato e approvato – poco prima di Pasqua – il progetto di Relazione finanziaria annuale della società, che include anche il bilancio consolidato di gruppo, al 31 dicembre 2020.

Relazione finanziaria 2020

Con un apporto al Pil nazionale per il 2,4%, il gruppo Fs si conferma primo gruppo industriale per investimenti tecnici in Italia: nel 2020, come detto, circa 9 miliardi di euro (+5% sul 2019), di cui il 98% sul territorio nazionale e oltre 7 miliardi di euro in infrastrutture ferroviarie e autostradali, sostenendo le filiere produttive del Paese attraverso anticipazioni finanziarie per circa un miliardo di euro (nel 2019 erano stati 381 milioni). Nonostante gli effetti negativi del Covid di un miliardo di euro circa, e grazie all'ottimizzazione dei processi industriali, la perdita è stata contenuta in 562 milioni.

Tutti i margini dell'esercizio, in assenza di impatti da Covid, concentrati quindi nel settore trasporto passeggeri e, in misura inferiore, merci, avrebbero chiuso largamente in positivo, in piena continuità con gli ultimi anni, anche grazie alle buone performance degli altri settori di business del gruppo. Infatti i ricavi operativi del gruppo scendono, rispetto all'esercizio 2019, a 10,8 miliardi di euro, con un decremento complessivo di 1,6 miliardi di euro (-12,8%), essenzialmente dovuto al Coronavirus.

Al decremento dei ricavi si accompagna la decrescita del Margine Operativo Lordo (EBITDA) di 976 milioni di euro, che pur rimanendo positivo arriva a 1,6 miliardi di euro verso i 2,6 miliardi di euro dell'anno precedente (-37,4%), scontando però effetti Covid per circa 1 miliardo di euro (con l'EBITDA Margin che passa conseguentemente dal 21% al 15%).