|
adsp napoli 1
16 giugno 2024, Aggiornato alle 19,42
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4
Infrastrutture

Nel porto di Rotterdam sorgerà un enorme sito per l'idrogeno

Sarà esteso 11 ettari e con una capacità di 1 gigawatt, quattro volte la media di siti del genere. La sua presenza sulla costa ne semplifica la distribuzione

La zona di Maasvlakte, nel porto di Rotterdam, dove sorgerà il sito dedicato alla produzione dell'idrogeno

L'autorità portuale di Rotterdam ha annunciato un nuovo piano per costruire un nuovo impianto dedicato alla produzione di idrogeno verde, da mettere poi successivamente a gara entro l'anno all'interno di un bando per il futuro parco eolico di Ijmuiden Ver, pronti entrambi entro il 2028. La procedura formale di gara inizierà nella seconda metà di quest'anno.

L'area destinata alla produzione di idrogeno verde, cioè idrogeno prodotto senza consumare combustibili fossili, è estesa 11 ettari e si trova sul sito di Maasvlakte, un lungo litorale artificiale, subito fuori il porto storico di Rotterdam, su cui il governo e le aziende private investono da tanti anni costruendo nuovi terminal container, depositi logistici e centri industriali. Il nuovo impianto di stoccaggio dell'idrogeno dovrebbe avere una capacità di 1 gigawatt, la più alta mai realizzata per un sito del genere, almeno in Europa, considerando che mediamente i parchi di questo tipo hanno elettrolizzatori con una capacità tra i 200 e i 250 megawatt. Diverse aziende locali hanno in programma di realizzare un totale di 1,3 gigawatt di potenza complessiva e l'ambizione del porto di Rotterdam è di raggiungere fino a 2,5 gigawatt di capacità entro il 2030, all'interno di un piano nazionale che vuole raggiungere per quell'anno i 4 gigawatt.

Per fare tutto questo però bisognerà modificare il piano regolatore perché questi 11 ettari destinati all'idrogeno sono attualmente utilizzati per lo stoccaggio di container.

Nei prossimi anni verranno costruiti diversi parchi eolici nel Mare del Nord. Parte dell'elettricità che generano verrà utilizzata per produrre idrogeno verde tramite l'elettrolisi, che scinde l'acqua in idrogeno e ossigeno, creando un combustibile alternativo al gas naturale liquefatto. La produzione di idrogeno direttamente sulla costa è allettante perché semplifica la logistica del suo trasporto, non dovendo essere portato dall'entroterra alla costa per essere caricato sulle navi, o per servire le fabbriche di Maasvlakte, e non richiede ulteriori cavi ad alta tensione a terra perché tutta l'elettricità viene convertita direttamente in idrogeno senza passare per la rete elettrica. Inoltre nel sito di Maasvlakte, con tutti i suoi impianti industriali, sono già presenti i principali clienti di un prodotto del genere.

L'attuale governo olandese, guidato dal primo ministro Mark Rutte, sta incoraggiando le aziende a integrare gran parte dell'energia eolica in un sistema più ampio che includa anche i combustibili alternativi come l'idrogeno.