|
adsp napoli 1
01 luglio 2022, Aggiornato alle 18,27
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Cultura
Contenuto sponsorizzato

Navigazione sostenibile: come ridurre l'inquinamento dei mari

Spesso, la passione per il diporto sembra entrare in contrasto con l'ambiente. È possibile la navigazione sostenibile? Quali accorgimenti può adottare un navigatore per minimizzare l'inquinamento della sua barca?

(ecobnb.com)

Essere un diportista eco-sostenibile può sembrare una combo inconciliabile, ma non deve esserlo. Non è necessario infatti portare a termine grandi investimenti o disporre di attrezzature di lusso per iniziare a fare la differenza. Essere semplicemente consapevoli del mondo che ci circonda e attuare alcuni piccoli cambiamenti nella nostra routine quotidiana può avere un impatto di vasta portata.

• Abitudini Eco-Consapevoli al porto
• Abitudini Eco-consapevoli in navigazione
• Routine quotidiane per aiutare l'ambiente
• Alternative verdi per ridurre il vostro impatto ambientale
• Informarsi sulle ultime politiche ambientali in tema di navigazione

Abitudini Eco-Consapevoli al porto
Sia che si esca per un giorno o che si pianifichi un viaggio prolungato, è sempre una buona abitudine avere una lista di controllo pre-partenza. Quando si tratta di incorporare alcune abitudini eco-consapevoli nella vostra routine di navigazione, si tratta per lo più di buon senso.

Procedure di rifornimento ecologico della barca
1) Controllare i serbatoi e le tubature del carburante per individuare eventuali crepe e sfregamenti: l'esposizione prolungata ai raggi UV degrada le taniche di plastica e i tubi di gomma, senza contare che la benzina è corrosiva. Cercate crepe nei serbatoi di plastica e nelle taniche e controllate che i tubi non siano danneggiati, specialmente se passano attraverso una paratia. Fare ispezioni regolari dell'impianto di alimentazione aiuterà a prevenire le perdite, risparmiando denaro e danni ambientali.

2) Non riempire troppo i serbatoi e le taniche: il riempimento eccessivo è forse una delle cause più comuni della fuoriuscite di carburante. Quando il carburante si riscalda tende a espandersi, facendo gonfiare i serbatoi di plastica e facendo fuoriuscire il carburante da qualsiasi punto debole o apertura. Cercate il marchio SAFE FILL LEVEL che si trova su taniche e serbatoi approvati e non riempite mai un serbatoio di carburante fino all'orlo.

3) Avere una strategia per contenere le fuoriuscite accidentali di carburante: gli incidenti capitano anche al navigatore più coscienzioso. Tenete a bordo una scorta di stracci assorbenti per olio/carburante e teneteli pronti quando fate rifornimento. Assicuratevi che l'equipaggio che vi assiste abbia familiarità con il vostro piano di fuoriuscita. Se possibile, evitate di fare rifornimento durante il maltempo, quando il movimento della barca potrebbe aumentare la possibilità di un incidente. Assicuratevi sempre di smaltire correttamente gli stracci saturi di carburante e non gettate mai stracci oleosi in mare.

Suggerimenti per far funzionare i motori delle barche in maniera pulita ed efficiente
Sapevate che mantenere il vostro motore in ottima forma fa bene all'ambiente? Sia che usiate benzina o diesel, che abbiate un motore entrobordo o fuoribordo, a 2 o 4 tempi, passare un po' di tempo sotto il cofano è il modo migliore per assicurarvi di funzionare nel modo più pulito ed efficiente possibile.

Fate una regolare manutenzione del motore
Mantenere il motore in funzione senza problemi non solo assicura un viaggio senza preoccupazioni, ma mantiene anche il motore efficiente dal punto di vista dei consumi, il che riduce il consumo di carburante fossile non necessario. Questo è anche un ottimo modo per controllare le perdite di olio e di carburante e per pulire eventuali fuoriuscite.

Scopri di più sulla manutenzione del motore.

Smaltire correttamente l'olio usato e i filtri vecchi
Dopo la manutenzione ordinaria del motore, è buona abitudine portare a terra l'olio usato e i filtri per un corretto smaltimento. Se vi trovate in una zona che non ha una raccolta di olio usato dedicata, provate a chiedere a una stazione di servizio locale o a un rivenditore di auto se lo accettano. Nelle zone più remote, preparatevi a trasportare l'olio a bordo fino a raggiungere una struttura in un porto più grande.

Non pompare la sentina in aree marine sensibili
Vedere una chiazza di carburante o olio che galleggia non è mai bello. Cercate di mantenere la  sentina asciutta e libera da sostanze chimiche e inquinanti. Se dovete pompare la vostra sentina, evitate di contaminare i corsi d'acqua con acqua di sentina sporca, pompando solo nelle stazioni designate.

Tecniche sicure per il varo della barca
Molti diportisti apprezzano la facilità e la convenienza delle imbarcazioni con rimorchio. Dedicare qualche minuto in più al molo significa contribuire a fare la differenza per il nostro ambiente.

Usate una rampa per barche
Non solo è più facile usare una rampa appositamente costruita per il varo e il recupero dell'imbarcazione, ma si evita di danneggiare sia la costa che l'ambiente marino.

Lavare prima di partire
È importante fare un accurato lavaggio a terra della vostra imbarcazione, prima di lasciare la rampa. Pulire i detriti marini e le escrescenze dalla vostra barca vi assicurerà di non introdurre inavvertitamente specie potenzialmente invasive nella prossima località in cui vi lancerete. Non dimenticate di sciacquare le sentine, di lavare i motori fuoribordo e di pulire il fondo dell'imbarcazione da qualsiasi fango o detrito secco.

In navigazione: Rispettare la fauna marina e l'ambiente
Essere un diportista eco-consapevole non significa solo evitare fuoriuscite di carburante e smaltire correttamente i rifiuti pericolosi. Si tratta anche di rispettare l'ambiente circostante e tutte le creature che lo abitano durante la navigazione.

Obbedire alle zone No Wake
L'onda prodotta da un'imbarcazione che viaggia ad alta velocità non solo disturba gli altri diportisti nella zona, ma può causare l'erosione della costa e disturbare le piante e gli animali acquatici. In aree molto frequentate dai diportisti, questo può portare rapidamente alla distruzione di aree marine sensibili come le zone costiere di riproduzione e i giardini di corallo. Prendetevi il vostro tempo quando navigate in canali stretti, vicino a spiagge e mangrovie e quando lasciate il molo o attraversate un ancoraggio.

Tirare su il fuoribordo in acque poco profonde
Il sollevamento di sedimenti non solo influisce sulla limpidezza dell'acqua, ma può anche danneggiare le piante marine, la vegetazione e gli animali. Si stima che oltre 50.000 acri di praterie di alghe nel sud della Florida siano state sfregiate dalle eliche delle barche. Le alghe non solo forniscono cibo alle tartarughe e ai lamantini, ma sono anche il luogo in cui molti pesci si riproducono e si nascondono dai predatori. L'alga danneggiata dalle eliche delle barche è più incline a subire danni da tempesta, riducendo ulteriormente queste aree critiche.

Fate attenzione durante l'ancoraggio
Quando state per gettare l'ancora, è bene cercare delle chiazze di sabbia per evitare di posizionarla direttamente sui letti di corallo e sulle piante marine. Assicuratevi che la catena dell'ancora non venga trascinata sui coralli, non solo ne gioverà la vostra attrezzatura ma anche l'ambiente stesso. Se non siete sicuri di dove ancorare, controllate le carte nautiche per le zone di ancoraggio designate, e non gettate mai il piccone nelle riserve marine segnalate o nelle aree protette.

Usare prodotti per la pulizia sensibili all'ambiente
Tutto ciò che va giù per lo scarico alla fine finisce nei corsi d'acqua, inquinando l'ambiente e causando danni agli animali. Scegliere di usare detergenti, saponi e prodotti per la pulizia a bordo a base di piante e biodegradabili è un modo semplice per diventare ecologici. Cercate prodotti privi di parabeni, fosfati, ftalati, sostanze chimiche aggressive, coloranti e profumi. Un'alternativa è compiere la pulizia della barca alla vecchia maniera con aceto e bicarbonato di sodio.

Non disturbare la fauna selvatica
È sempre un'emozione avvistare le balene che si riproducono in lontananza o avere una tartaruga che affiora tranquillamente vicino alla barca. Tuttavia, è importante non inseguire la fauna selvatica con la vostra imbarcazione, poiché non solo potrebbe causare stress all'animale, ma potrebbe anche aumentare le possibilità di ferirlo colpendolo involontariamente con l'elica.

Routine quotidiane per aiutare l'ambiente
Ogni giorno la quantità di rifiuti gettati in mare danneggia in maniera permanente le nostre acque. In molti casi si tratta di plastica inutile che può essere facilmente eliminata. Compiere alcuni piccoli cambiamenti nella vostra routine quotidiana può ridurre drasticamente la quantità di spazzatura con cui avere a che fare a bordo e al porto, aiutando a ridurre la distruzione dei nostri preziosi ecosistemi.

Dite NO ai piatti di carta usa e getta: I piatti di carta possono sembrare un modo facile e veloce per pulire dopo un pasto, ma non sono così ecologici come si potrebbe pensare. La maggior parte delle marche di piatti di carta sono ricoperti da un sottile strato di plastica per respingere i liquidi e mantenere la loro forma. Questo significa che non sono biodegradabili. Optando per piatti in acciaio inossidabile, legno o melamina si risparmia in soldi e in danno ambientale.

Evitate la plastica monouso: si stima che 8 milioni di tonnellate di rifiuti di plastica vengono scaricati nei nostri oceani ogni anno. Fare uno sforzo per rifiutare la plastica monouso è un modo semplice per rendere ogni giorno eco-consapevole. Eliminate le cannucce, dite no alle bottiglie d'acqua di plastica e portate le vostre borse riutilizzabili al supermercato. Fare la differenza è semplice.

Sostituite l'usa e getta con il riutilizzabile: fare cambiamenti eco-consapevoli non deve essere difficile. Sostituire semplicemente gli asciugamani di carta con strofinacci lavabili, scambiare gli involucri di plastica con quelli di cera d'api o con contenitori Tupperware e portare una tazza riutilizzabile per il caffè da asporto sono solo alcuni dei modi con cui passare dall'usa e getta al riutilizzabile.

Alternative verdi per ridurre il vostro impatto ambientale
Se state cercando di acquistare nuove attrezzature, aggiornare la vostra rete elettrica o semplicemente fare alcuni semplici cambiamenti per ridurre la vostra impronta di carbonio, ecco alcune alternative verdi che renderanno la vita a bordo confortevole, divertente ed eco-consapevole.

Acquistare di seconda mano: tutto, dalle ancore ai fuoribordo, ai costosi gadget elettronici, è disponibile leggermente usato e a una frazione del prezzo di acquisto del nuovo. Chiedete alla vostra marina locale se organizza un incontro di scambio fra diportisti e controllate i siti online di compravendita dell'usato. 

Ridurre l'uso di energia: ridurre il consumo di energia è un passo importante per diventare un navigatore eco-consapevole. Cominciate da semplici accorgimenti come usare lampadine a LED a basso consumo per le luci di navigazione e della cabina, installare pompe d'acqua a pedale o a mano per ridurre il consumo d'acqua e sostituire gli apparecchi elettrici come le macchine per il caffè con quelli manuali.

Sfruttare il potere della natura: nell'ultimo decennio c'è stato un grande progresso nel settore delle energie rinnovabili. I pannelli solari sono ora piccoli, efficienti e convenienti, alcuni sono anche flessibili e rimovibili. I diportisti possono anche investire in gadget alimentati ad energia solare: torce elettriche, altoparlanti Bluetooth, caricatori di telefoni, persino forni a energia solare esistono ora sul mercato a prezzi competitivi e ampiamente disponibili.

Servizi igienici a compostaggio: le toilette a compostaggio sono un'ottima alternativa alla tradizionale toilette per barche con scarico ad acqua salata, specialmente sulle imbarcazioni usate saltuariamente. Non c'è bisogno di un impianto idraulico attraverso lo scafo o di un serbatoio separato per installare una toilette a compostaggio e non c'è bisogno di visitare una stazione di pompaggio approvata dalla guardia costiera per svuotarla. Queste toilette compatte trasformano i rifiuti solidi in compost inerte. Diventando sempre più popolari tra i diportisti, le toilette a compostaggio sono facili da usare, convenienti da installare ed ecologiche.

Informarsi sulle ultime politiche ambientali in tema di navigazione
Il tema della sostenibilità ambientale è oggi più che mai una priorità e, per questo, sono molteplici le politiche messe in atto dalle varie regioni per salvaguardare i nostri mari. A volte può sembrare difficile stare al passo con gli ultimi aggiornamenti sul tema: una buona pratica è affidarsi a testate dedicate e autorevoli, come nel caso di Informazioni Marittime, un giornale online dedicato al mondo della nautica e che comprende una sezione dedicata alle ultime Politiche Marittime.
In questo modo rimarrete aggiornati costantemente sui nuovi regolamenti messi in atto in tema di navigazione sostenibile e vi assicurerete di attuare gli accorgimenti necessari senza preoccupazioni.
Diventare un navigatore ecologico non richiede di apportare cambiamenti radicali alla tua routine di bordo. Prendere piccole decisioni eco-consapevoli renderà il vostro tempo sull'acqua più sostenibile e piacevole. Essendo consapevoli del mondo che vi circonda e riducendo al minimo il vostro impatto sull'ambiente marino, potete fare la differenza.

Continua a leggere:

Motori elettrici marini

Barche con motore elettrico

Tag: nautica