|
napoli 2
28 settembre 2020, Aggiornato alle 18,18
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Nasce il Comitato d'indirizzo della Zona economica speciale della Campania

Roberto Rosiello e Domenico Bellobuono rappresenteranno il premier Conte e il ministro Toninelli nell'organo che gestisce l'istituto che dovrebbe rilanciare l'economia della regione, attraverso i porti

Container all'interporto di Nola

Un altro passo verso la creazione della Zona economica speciale della Campania, nella quale le imprese che esportano o importano con gli scali della regione possono godere di sgravi e facilitazioni come sospensione dell'IVA e crediti d'imposta fino a 50 milioni. È stato completato il Comitato d'indirizzo, lo strumento col quale organizzare l'ecosistema di imprese e gestire le risorse finanziarie, con le ultime due nomine che mancavano, quelle governative. Si tratta di Roberto Rosiello e Domenico Bellobuono, rispettivamente in rappresentanza del presidente del consiglio, Giuseppe Conte, e del ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli.

Pietro Spirito, presidente del Comitato d'indirizzo, che coincide con il presidente dell'Autorità di sistema portuale sotto cui cade la Zes - gode di sgravi e finanziamenti agevolati Zes chi esporta o importa con un porto  - ringrazia il governo insieme al delegato della Regione Campania, Gianluigi Traettino, «nel perfezionamento della governance per la zona economica speciale che comprende i porti di Napoli, Castellamare e Salerno, con un modello di Zes a rete che coinvolge oltre 5.100 ettari di territorio regionale».

«Resta ora da emanare il dpcm sulla semplificazione amministrativa, che costituisce fattore strategico essenziale per il completamento del pacchetto localizzativo della Zes», precisa Spirito. «Sarà fondamentale prevedere la nascita di zone doganali intercluse nei porti meridionali. Tale strumento consentirà di stoccare le merci in regime di sospensione d'IVA, assicurando alle aziende un vantaggio localizzativo di natura logistica davvero rilevante  per le attività di import e di export».