|
napoli 2
25 settembre 2020, Aggiornato alle 17,23
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Napoli, Spirito promette apertura San Vincenzo entro l'estate

Riunione tra Autorità del Tirreno Centrale, Marina militare e Comune. Tre fasi: bando gara entro il mese. Riqualificazione strada in primavera per avere il molo aperto a tutti entro l'estate


Entro fine mese il bando gara per rifare le strade. Entro la primavera la fine dei lavori, per aprire infine entro l'estate il molo San Vincenzo alla città. Si fanno sempre più maturi i tempi per l'apertura dell'antico molo borbonico del porto di Napoli. Oggi c'è stata la prima riunione operativa tra Autorità di sistema portuale (AdSP) del Tirreno centrale, Marina Militare e Comune di Napoli (le prime due gestiscono il demanio del molo) nella sala riunioni dell'ente di governo dello scalo partenopeo per decidere come procedere.

L'idea del presidente dell'AdSP Pietro Spirito, che raccoglie le istanze degli ultimi anni dei ricercatori universitari, degli architetti e degli operatori che si sono interessati al molo, è di collegare alla città in modo permanente la banchina di oltre un chilometro e mezzo tramite un servizio di trasporto pubblico, di modo da bypassare la barriera militare al varco. Poi, aprire al passaggio pedonale e ciclabile nel week end. Ma prima di tutto bisogna riqualificare la zona calpestabile, da qui il progetto di manutenzione straordinaria della strada interna, i cui costi saranno a carico dell'AdSP, definendo un cronoprogramma di avvio e conclusione dei lavori.
 
All'incontro in authority erano presenti, per la Marina militare l'Ammiraglio di Squadra Raffaele Caruso, per il Comune gli Assessori alla Mobilità Mario Calabrese e alle Pari Opportunità Daniela Villani. Si è convenuto che si opererà in tre fasi: entro una settimana l'invio da parte dell'AdSP del piano di riqualificazione e apertura del molo a Marina militare e Comune. Poi la pubblicazione per fine mese del bando di gara dei lavori. Infine l'avvio di questi in primavera per aprire il molo entro l'estate.
 
«Dobbiamo lavorare d'intesa con le istituzioni e in una prospettiva di medio periodo. Una prima fase - spiega Spirito - è quella che si concluderà con l'apertura del molo San Vincenzo alla città. Una seconda riguarda la valorizzazione dell'infrastruttura con una gara di project financing. La terza e ultima la destinazione è la finalità marittima della banchina del San Vincenzo».