|
Porto di Napoli
24 settembre 2018, Aggiornato alle 17,23
intersped
Informazioni Marittime
Naples Shipping
Armatori - Infrastrutture

Napoli, al via gara per la nuova stazione del Beverello

17,9 milioni dai fondi dell'Autorità di sistema, su un progetto originario da 20,5 milioni il cui iter è stato bocciato dalla Consulta


Al via la procedura di gara per la realizzazione della nuova stazione marittima del molo Beverello di Napoli, polo di sbarco e imbarco per le isole del golfo partenopeo. Il presidente dell'Autorità di sistema portuale (Adsp) del Tirreno centrale, Pietro Spirito, ha firmato venerdì la delibera che approva il progetto esecutivo "Riqualificazione dell'area monumentale del porto di Napoli- nuovo terminal passeggeri alla calata Beverello" e avvia la procedura di gara per l'affidamento dei lavori. L'Adsp impegnerà con fondi propri 17,9 milioni, «a valere sui fondi di cui all'elenco annuale 2018», si legge nella delibera, andando a recuperare quindi quelli non più disponibili dopo una sentenza della Corte costituzionale di quasi un mese fa

Entro la prossima settimana, garantisce l'authority, il bando di gara verrà pubblicato sulla Gazzetta europea, sulla Gazzetta ufficiale della Repubblica Italiana, su alcune testate - due nazionali e due regionali - e sul sito dell'Adsp. Entro settembre le imprese dovranno presentare le proprie offerte. I tempi previsti per i lavori, dalla consegna del cantiere, sono di dodici mesi. La gara per la realizzazione della prima fase di riqualificazione e risistemazione dell'area del molo Beverello è europea e seguirà, come'è precisato nella delibera, «Il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo». Quella bocciata dalla Consulta prevedeva un costo di 20,5 milioni. 

«Siamo riusciti in tempi strettissimi a reperire le risorse finanziarie», spiega Spirito. La Consulta, a giugno scorso, ha dichiarato incostituzionale il provvedimento contenuto nella Legge di stabilità 2018, con il quale erano state finanziate una serie di opere pubbliche in Italia, in quanto non era stato effettuato il passaggio in conferenza Stato-Regioni.

Il progetto interessa un'area di 2,400 metri quadri. Prevede la realizzazione di una nuova stazione marittima sulla cui copertura vi sarà una passeggiata che, partendo da via Acton, arriverà, con un salto di quota, all'imbocco del piazzale Angioino. Successivamente si interverrà, a mare, con la costruzione di pontili per l'attracco degli aliscafi mentre, sulla banchina, saranno migliorati gli attuali gate che, come negli aeroporti, regolamenteranno l'accesso agli imbarchi. 

«La fase che ora si apre - ha osservato Pietro Spirito - è quella dei tempi per l'affidamento dei lavori, per il loro avvio e la loro conclusione. Porremo estrema attenzione sulla tempistica e sull'attuazione rigorosa del progetto. Il Beverello è la prima porta d'ingresso della città e vogliamo che sia adeguata per qualità dei manufatti e per modernità dei servizi. Mentre saranno in corso i lavori, metteremo a gara la gestione della nuova Stazione Marittima per le isole del Golfo, ponendo attenzione sulla qualità dei servizi che saranno offerti alla clientela. Migliorare il luogo di primo impatto del porto verso il centro antico della città è stato uno dei primi obiettivi che, al mio insediamento, mi sono posto. Posso ora affermare che si realizzerà un'opera che, assieme al completamento dei lavori in Piazza Municipio ed alla realizzazione della stazione metropolitana in porto, sarà essenziale per cambiare il volto del porto e della città».