|
adsp napoli 1
21 maggio 2024, Aggiornato alle 18,55
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4
Armatori

MOL naviga tra Australia e Giappone "compensando" anidride carbonica

La compagnia ha utilizzato crediti di carbonio volontari generati dal progetto Rimba Raya Biodiversity Reserve in Indonesia


La compagnia giapponese Mitsui OSK Lines (MOL) e la società connazionale Kobe Steel hanno compensato le emissioni di anidride carbonica (CO2) del carburante utilizzato nel trasporto marittimo di minerale di ferro dall'Australia al Giappone. Come comunicato, le società hanno compensato nello specifico le emissioni attraverso l'utilizzo di crediti di carbonio volontari generati dal progetto Rimba Raya Biodiversity Reserve in Indonesia.

La compensazione, riferisce Offshore-Energy, ha avuto luogo per il bulker capesize sotto l'operazione di MOL, Shinzan Maru, che è impegnata in un contratto di trasporto di minerale di ferro a lungo termine con Kobe Steel. Il viaggio è durato circa sei settimane da Port Walcott, in Australia, a Kakogawa Works nella città di Kakogawa, nella prefettura di Hyogo, dove è stato scaricato il minerale di ferro.

Le emissioni di CO2 della nave Shinzan Maru  durante questo periodo sono state calcolate in circa 2.875 tonnellate per l'intero processo, dalla produzione di olio combustibile al consumo sulla nave, secondo MOL. I dati sono disponibili sulla base di una verifica condotto da Bureau Veritas. I crediti di carbonio utilizzati per questa compensazione sono stati certificati da Verra, che gestisce i principali standard mondiali di crediti di carbonio volontari, e generati negli ultimi cinque anni. Inoltre, il progetto Rimba Raya Biodiversity Reserve contribuisce non solo alla riduzione delle emissioni di CO2, ma anche a benefici collaterali come la conservazione della biodiversità e la creazione di posti di lavoro per le comunità locali.
 

Tag: navi - ambiente