|
napoli 2
03 luglio 2020, Aggiornato alle 18,22
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Eventi

Missione Spagna per i Propeller Clubs italiani

Dal 25 al 27 aprile il cluster marittimo italiano visiterà Barcellona e Valencia


Si svolgerà dal 25 al 27 aprile la missione del cluster marittimo italiano in Spagna organizzata dall'International Propeller Clubs Italia in collaborazione con quelli di Barcellona e Valencia. Vedrà oltre quaranta partecipanti provenienti da circa dieci Propeller italiani.

Il programma
Lunedì 25 Aprile, Barcellona. Convegno Ports, Logistics and Economic Development, organizzata con il partenariato scientifico di Studi e Ricerche per il Mezzogiorno, (Srm, centro studi del gruppo Intesa Sanpaolo). L'incontro verrà coordinato da Umberto Masucci, presidente del Propeller Club, e sarà articolato in due sessioni: "Shipping and Motorways of the Sea" e "Ports and infrastructures". Parteciperanno in qualità di relatori Francesco Benevolo, manager Rete Autostrade Mediterranee (Ram), Matteo De Candia di Grandi Navi Veloci; Mario Massarotti, direttore Grimaldi Terminal Barcelona; Eduard Rodès, direttore dell'European School of Short Sea Shipping; Federico Spinnato, country manager Messina Group; Giambattista D'Aste, segretario generale dell'Autorità portuale di Genova; Paolo Ferrandino, segretario generale Assoporti; Alvaro Rodriguez Dapena, direttore tecnico di Puertos del Estado; Emilio Squillante, segretario generale Autorità portuale di Napoli; Santiago García-Milà, manager del porto di Barcelona e presidente dell'European Sea Ports Organization (Espo).

Durante i lavori Alessandro Panaro, a capo sull'Osservatorio marittimo del Mediterraneo di Srm, presenterà lo studio "The challenges of the Mediterranean: economic scenario and forecasts". Dopo l'incontro si terrà una visita al porto di Barcellona in battello. Nel pomeriggio di martedì 26 aprile quella del porto di Valencia con il Propeller locale.

«Dopo il Marocco, quest'anno è la volta della Spagna, paese all'avanguardia in Europa per quanto riguarda la governance dei porti, come ha dimostrato la crescita degli ultimi dieci anni degli scali iberici. Per noi è un importante momento di confronto e approfondimento, visto anche lo stato in divenire della riforma portuale italiana. Il nostro sarà un viaggio molto proficuo che, sono certo, contribuirà anche allo sviluppo di ulteriori relazioni positive tra Italia e Spagna  grazie anche alle compagnie di Navigazione Italiane che toccano il Paese  in modo regolare. Gnv, Costa Crociere, Grimaldi, Gruppo Messina, sono infatti importanti player e protagonisti della leadership italiana nel settore dei ro-ro e delle crociere, come confermato anche dal quinto rapporto Censis dell'economia del mare».