|
napoli 2
01 dicembre 2020, Aggiornato alle 18,54
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Mezzi pesanti, tra divieti sospesi e coprifuoco / I moduli da scaricare per i Paesi in lockdown

La Spagna sblocca la circolazione. Autotrasporto libero di girare in Francia e Gran Bretagna, e senza tampone in Germania. Secondo Anita l'anno prossimo il governo italiano dovrebbe «superare il calendario dei divieti di circolazione».


Il sistema dell'autotrasporto italiano avrebbe bisogno di una risistemata al calendario dei divieti di circolazione, quelli per i mezzi oltre le 7,5 tonnellate. Thomas Baumgartner, presidente di Anita, spera «che l'anno prossimo si superi il calendario dei divieti di circolazione, come già hanno fatto molti Paesi in Europa».

Intanto, in questa nuova fase di lockdown, Fai-Conftrasporto informa gli associati delle nuove formalità in vigore in Francia, Germania e Gran Bretagna. I dettagli alla fine dell'articolo.

La Spagna ha adottato la revoca temporanea dei divieti di circolazione per i veicoli oltre le 7,5 tonnellate, dal 30 ottobre al 9 novembre, a causa dell'emergenza sanitaria. È una misura adottata nei mesi scorsi da diversi altri Paesi per incrementare il flusso di trasporto e la consegna delle merci visto che ci sono meno persone, e meno mezzi privati, in giro.

Secondo l'associazione degli autotrasportatori Anita, «anche in Italia - spiega Baumgartner dovrebbe essere sospeso il calendario dei divieti di circolazione nei fine settimana, come avvenuto nei precedenti mesi di lockdown. Considerato anche che finora l'industria lavora a pieno ritmo e non è stata interessata dai blocchi del governo con le misure introdotte dagli ultimi dpcm». Secondo Baumgartner «nei prossimi mesi l'autotrasporto sarà chiamato nuovamente ad un grande sforzo per assicurare la continuità negli approvvigionamenti alle strutture sanitarie, alla popolazione, alle attività produttive, ed è necessario possano farlo con la massima flessibilità e rapidità».

Per quanto riguarda le nuove disposizioni al transito dei mezzi pesanti in Francia, Germania e Gran Bretagna, Fai-Conftrasporto riassume le nuove direttive nei seguenti termini. 

Francia, coprifuoco
Il ministero dell'Interno del Paese ha istituito a partire da sabato 17 ottobre un coprifuoco dalle 21 alle 6 nell'Ile-de-France e in otto aree metropolitane: Aix-Marseille, Grenoble, Lille, Lione, Montpellier,
Rouen, Saint-Étienne e Tolosa. Dalla mezzanotte di venerdì 23 a sabato 24 ottobre questo coprifuoco è stato applicato in 54 dipartimenti e un territorio d'oltremare.

L'elenco di tutti i dipartimenti interessatii dal coprifuoco e download delle attestazioni di viaggio

Il coprifuoco durerà quattro settimane, ma può eventualmente essere esteso a seconda dell'evoluzione della situazione sanitaria. Le imprese di trasporto merci sono autorizzate a viaggiare all'interno del territorio francese anche nei periodi in cui vige il coprifuoco, dietro presentazione di un‘attestazione di viaggio specifica.

Gran Bretagna
La Gran Bretagna richiede anche ai conducenti di merci di completare il modulo di localizzazione dei passeggeri (PLF), inviandolo fino a 48 ore prima di arrivare nel Regno Unito. Al termine della procedura, sarà inviato un codice QR via e-mail, da stampare o mostrare direttamente dal telefono, come prova del completamento della procedura.

Germania
A seguito dell'entrata in vigore, in Baviera, della nuova regolamentazione che introduce l'obbligo di effettuare il tampone COVID-19 per i pendolari e altri lavoratori frontalieri che si recano regolarmente in quella regione da Paesi esteri ad alto rischio, erano circolate voci secondo cui l'obbligo riguardasse anche i conducenti di trasporti di merci, poi smentite dalle autorità tedesche. Gli autisti continuano quindi ad essere esonerati sia dagli obblighi di quarantena che dai test Covid-19. Per maggiori informazioni.