|
adsp napoli 1
04 dicembre 2022, Aggiornato alle 10,16
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Metalli e cereali in crescita nel porto di Ancona

Nei primi nove mesi movimentate 9 milioni di tonnellate merce. In ripresa anche il traffico dei traghetti e delle crociere

Il porto di Ancona (Nicolas Vigier/Flickr)

I dati di traffico dell'Autorità di sistema portuale dell'Adriatico Centrale, da gennaio a settembre 2022, segnano un aumento dei passeggeri nei porti di Ancona, Ortona e Pesaro. Sulla base dei dati elaborati dall'autorità portuale il traffico complessivo di merci ammonta ad oltre 9 milioni di tonnellate.

Ancona: merci rinfuse e transito dei passeggeri in aumento
Il traffico complessivo delle merci nello scalo di Ancona-Falconara Marittima ammonta a 8,12 milioni di tonnellate, con un andamento stabile rispetto allo stesso periodo del 2021. Continua la progressione dinamica delle merci varie e rinfuse che ammontano a 365,372 tonnellate (+95,7%). Un risultato dovuto alla movimentazione di metalli, di prodotti cerealicoli, carbone, materiali per le costruzioni, che vengono destinati alla manifattura delle Marche e del Centro Italia. È positivo il traffico container che cresce del 4,6 per cento, passando dai 120,910 TEU del 2021 ai 126,461 TEU del 2022. Molto buono il risultato per il traffico passeggeri che, nel complesso, ha visto un aumento del 34,2 per cento fra il 2021 e il 2022 dimostrando una chiara ripresa dei viaggi e dei collegamenti internazionali, che partono da Ancona per Grecia, Albania e Croazia, e del settore delle crociere. I passeggeri dei traghetti crescono del 30,7 per cento. Fra gennaio e settembre 2021 sono stati 578,420, nello stesso periodo del 2022 sono arrivati a 755,960 passeggeri, con un incremento di 177,540 persone. Ottimo il ritorno delle crociere che, con 36 toccate nel porto di Ancona hanno fatto registrare l'arrivo di 68,370 crocieristi, con una crescita del 91 per cento rispetto allo stesso periodo del 2021, quando furono 35,886. Per la stagione 2023 sono già arrivate le conferme di Msc Crociere, di Marella Cruises e di altre compagnie di navigazione.

Ortona: stabile l'andamento delle merci, ripresa delle piccole crociere
È stabile l'andamento del traffico merci nel porto di Ortona, che ammonta a 873,479 tonnellate fra gennaio e settembre di quest'anno. Si registra un leggero calo nelle rinfuse liquide mentre è stabile l'andamento delle solide rinfuse. Anche nello scalo ortonese sono tornate le piccole crociere che hanno fatto registrare la presenza di 481 passeggeri.

Pesaro: il ritorno delle piccole crociere
Ripreso il traffico delle piccole crociere anche nel porto di Pesaro, che insieme al collegamento stagionale con la Croazia ha fatto registrare la presenza di 10,706 passeggeri. 

«L'andamento di questi mesi dimostra il valore degli scali del sistema portuale per il traffico internazionale dei passeggeri, la centralità nel mare Adriatico rispetto alle direttrici per la Grecia e l'Europa balcanica», commenta il presidente dell'autorità di sistema portuale, Vincenzo Garofalo, «un risultato più che positivo che si affianca a quello della ripresa delle crociere, con un trend che racconta il grande desiderio di viaggiare delle persone e che può avere ricadute positive anche sul turismo. Nonostante permangano le incertezze dello scenario internazionale, la tenuta del traffico delle merci è un segnale del dinamismo del territorio. Come Autorità di sistema portuale saremo impegnati nell'affiancare le imprese e gli operatori che continuano a credere nello sviluppo dei sistemi produttivi di Marche e Abruzzo».

Tag: ancona