|
napoli 2
13 agosto 2020, Aggiornato alle 19,20
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Mercato europeo dell'auto ancora in ribasso. Ma migliora un po'

Considerato il quasi black out di marzo, aprile e maggio, a giugno si comincia a vedere qualche timido segnale di ripresa


Un calo che si può considerare come una mezza ripresa. È quello relativo alle immatricolazioni di auto a giugno nei paesi dell'Unione europea allargata all'Efta e al Regno Unito: parliamo precisamente di 1.131.843 di unità, con una perdita del 24,1% rispetto a giugno 2019. Nel primo semestre 2020 i volumi immatricolati hanno subito una flessione del 39,5% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Questo il quadro che emerge dagli ultimi dati diffusi da Acea.

Dicevamo del meno 24,1% registrato a giugno. Un dato certo negativo, ma messo a confronto con il disastro dei tre mesi precedenti (marzo a -51,8%, aprile a -78,3% e maggio a -56,8%), diventa quasi incoraggiante. Anche se Paolo Scudieri, presidente di Anfia, non si fa illusioni. "Nonostante le misure di stimolo alla domanda introdotte dalla maggior parte dei major market – dice – il recupero delle vendite si prospetta lento e difficoltoso, visto il tremendo impatto della crisi legata all'emergenza sanitaria sull'economia europea e l'incertezza sulle evoluzioni dei prossimi mesi. Tutti i major market dell'Ue (UK incluso) – che pesano per il 72% dell'immatricolato complessivo di giugno – hanno continuato a registrare cali significativi nel mese, con l'eccezione della Francia (+1,2%), dove, evidentemente, la nuova formula di incentivazione all'acquisto di veicoli a basse emissioni introdotta a inizio giugno ha sortito i primi effetti. Mantengono una pesante flessione a doppia cifra, invece, la Spagna (-36,7%), il Regno Unito (-34,9%), la Germania (-32,3%) e l'Italia (-23,1%). La chiusura del primo semestre dell'anno a -39,5% - conclude Scudieri - equivale ad una perdita di circa 3,3 milioni di auto e nei major market la contrazione risulta superiore alla media europea: -42%, pari ad un delta negativo di 2,56 milioni di autovetture vendute".
 

Tag: automotive