|
napoli 2
07 marzo 2021, Aggiornato alle 13,33
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Mercato europeo auto, 3,8 milioni di immatricolazioni in meno

Il settore ha perso nel 2020 quasi un quarto rispetto all'anno precedente


Ecco il bilancio dell'annus orribilis dell'automotive nel Vecchio Continente. Nel complesso dei Paesi dell'Unione europea allargata all'Efta e al Regno Unito, i volumi immatricolati nel 2020 della pandemia raggiungono 11.961.182 unità, con una variazione negativa del 24,3% rispetto al 2019. "Dopo la contrazione a doppia cifra di novembre (-13,5%), il mercato auto europeo registra a dicembre un calo più contenuto (-3,7%) – afferma Paolo Scudieri, presidente di Anfia (Associazione nazionale filiera industria automobilistica) – ma chiude il 2020, annus horribilis della pandemia, con una perdita di oltre 3,8 milioni di nuove immatricolazioni, ovvero con la flessione più alta (-24,3%) da quando esiste la rilevazione Acea. 

Gli effetti senza precedenti del Covid hanno determinato nel 2020 flessioni a due cifre per tutti i mercati dell'area Ue-Efta-Uk tranne quello norvegese, che chiude a -0,7%. Tra i cinque major market – che, complessivamente, accusano un ribasso delle immatricolazioni del 25% - la Spagna segna la contrazione maggiore (-32,3%), seguita da Regno Unito (-29,4%), Italia (-27,9%) e Francia (-25,5%), mentre le perdite sono significative ma meno pronunciate in Germania (-19,1%).
      

Tag: automotive