|
adsp napoli 1
18 maggio 2022, Aggiornato alle 11,37
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Mercato auto, 60 mila immatricolazioni in meno a gennaio-febbraio

La tendenza negativa prosegue da otto mesi. Gli operatori invocano nuovi incentivi


Con febbraio sono otto. Parliamo dei mesi consecutivi di perdita in doppia cifra del mercato italiano dell'auto. Dopo un inizio di anno con immatricolazioni ridotte di un quinto, segnala Unrae, si appesantisce il calo nel secondo mese che, con 110.869 vetture immatricolate, registra un -22,6% rispetto allo stesso mese dello scorso anno, quando il mercato era sostenuto dagli incentivi. Sommando le immatricolazioni di gennaio con quelle di febbraio si raggiunge quota 218.716 unità nel primo bimestre dell'anno, che equivale a un calo del 21,1% con quasi 60.000 immatricolazioni perse rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente e ben 125.000 in meno del 2019, l'ultimo anno pre pandemia.

"Pur consapevoli della situazione gravissima e delle evidenti priorità che essa pone al governo italiano e a noi tutti come cittadini, e per la quale auspichiamo un immediato e definitivo successo della diplomazia – dichiara Michele Crisci, presidente dell'Unrae - non possiamo ignorare l'andamento ormai critico del mercato auto. Nelle ultime settimane, peraltro, l'attesa del varo di nuovi incentivi ha contribuito a deprimere ancora di più la domanda. Ci auguriamo, pertanto, che ricomposta al più presto la crisi internazionale, il Governo possa trovare lo spazio necessario per l'emanazione del Decreto attuativo che consenta la più rapida fruizione del fondo, sia pur ridotto a 700 milioni di euro, previsto nel recente Decreto Legge Energia, per il rifinanziamento degli incentivi".
 

Tag: automotive