|
Porto di Napoli
24 settembre 2018, Aggiornato alle 17,23
intersped
Informazioni Marittime
Naples Shipping
Politiche marittime

Marine Environment Protection, Ecsa fiduciosa

Dal 9 al 13 aprile si riunisce il comitato ambientale dell'Imo per decidere le politiche dei prossimi anni


Gli armatori europei sono fiduciosi sulla prossima riunione (9-13 aprile) del Marine Environment Protection Committee (MEPC) dell'International Maritime Organization (Imo), il comitato che si occupa di decidere le politiche ambientali mondiali delle navi mercantili. «Pensiamo che si possa raggiungere una strategia iniziale di riduzione delle emissioni di anidride carbonica entro la fine di questa settimana. Tutti i governi si renderanno conto che è necessario un accordo», si legge in una nota dell'Europan Community Shipowners' Association (Ecsa).

L'importante, secondo l'associazione, è concordare una strategia iniziale da cui derivare a cascata le decisioni future. Se non ci si accorderà in questa fase sarà difficile proseguire con coerenza, mettendo d'accordo i 173 Stati membri dell'Imo. Una tempestività possibile, per esempio, sostenendo motori alternativi e adattando o introducendo una legislazione capace «di accogliere nuovi concetti». La tecnologia c'è, principalmente nei carburanti con basse emissioni di CO2 e nei sistemi di propulsione alternativi. «I fondi pubblici saranno un'importante fonte di finanziamento», conclude l'Ecsa.