|
adsp napoli 1
10 agosto 2022, Aggiornato alle 19,39
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Mare del Nord, nel "corridoio verde" due navi feeder alimentate a metanolo

MPC Container Ships e North Sea Container Line prevedono di varare le unità nella seconda metà del 2024 con una conseguente riduzione delle emissioni di Co2 del 45%


MPC Container Ships sta lavorando con North Sea Container Line per lanciare un vero e proprio corridoio verde lungo il Mare del Nord con il dispiegamento delle prime navi portacontainer norvegesi alimentate a metanolo. Le società prevedono di varare le unità nella seconda metà del 2024 con una conseguente riduzione delle emissioni di Co2 del 45%, riduzione che può arrivare fino al 100% attraverso l'uso di metanolo verde derivato da elettricità rinnovabile.

L'ordine per le due nuove portacontainer è stato effettuato da MPCC, con sede in Germania, che deterrà il 90% di una holding di nuova creazione. Topeka MPC Maritime, una partnership tra MPC Capital e Wilhelmsen Group focalizzata sullo shipping decarbonizzato, deterrà il resto. Le due navi portacontainer, che avranno ciascuna una capacità di 1.300 teu, saranno costruite presso la cinese Taizhou Sanfu Ship Engineering.

Entrambe le navi saranno dotate di motori a doppia alimentazione progettati per funzionare a metanolo e MGO convenzionale. Ciascuna costerà 39 milioni di dollari e, una volta completato, saranno noleggiate per 15 anni alla North Sea Container Line. L'operatore norvegese di navigazione a corto raggio prevede di utilizzarle per eliminare gradualmente le operazioni di tre delle sue vecchie navi diesel, che forniscono un servizio regolare tra vari porti in Norvegia, Rotterdam e Amburgo.
 

Tag: navi - ambiente