|
napoli 2
14 maggio 2021, Aggiornato alle 20,04
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2

Mappatura fondali oceanici, Bimco: "L'industria dello shipping deve collaborare"

È in fase di attuazione un grande progetto internazionale lanciato da Nippon Foundation of Japan e la General Bathymetric Chart of the Oceans


Con l'obiettivo di raccogliere tutti i dati batimetrici disponibili al fine di produrre entro il 2023 una mappa completa dei fondali oceanici, Bimco, l'associazione internazionale che rappresenta armatori, agenti e operatori marittimi, ha sollecitato gli operatori dell'industria dello shipping a contribuire al lavoro dell'iniziativa Seabed 2030, il progetto lanciato nel 2017 di collaborazione tra la Nippon Foundation of Japan e la General Bathymetric Chart of the Oceans (Gebco), promosso congiuntamente dell'International Hydrographic Organization (Iho) e della Intergovernmental Oceanographic Commission (Ioc) dell'Unesco, 

Bimco ricorda che attualmente è stato mappato meno del 20% dei fondali marini oceanici, eppure conoscere la profondità e la morfologia dei fondali marini è essenziale per la comprensione della circolazione oceanica, delle maree, dei processi di trasporto dei sedimenti e dei cambiamenti ambientali. La conoscenza dei fondali è importante anche per la costruzione e la manutenzione di infrastrutture, per il tracciato di condotte e cavi sottomarini nonché per il traffico e la navigazione marittima.
 

Tag: ambiente