|
adsp napoli 1
17 maggio 2022, Aggiornato alle 15,38
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Maersk ed Egitto, joint per produrre idrogeno verde

Lavoreranno insieme per esplorare le soluzioni più adatte a produrre combustibili alternativi a quelli tradizionali

Foto di gruppo per il memorandum tra Egitto e Maersk

Alla presenza del primo ministro egiziano, Mostafa Madbouly, lunedì al Cairo è stato firmato un memorandum of understanding tra il governo locale e il gruppo Ap Moller Maersk con lo scopo di accelerare la fornitura di combustibili verdi per il settore marittimo.

Le parti completeranno entro l'anno uno studio di fattibilità per esaminare la possibilità di produzione da parte dell'Egitto di idrogeno e combustibili marini verdi, con Maersk come committente. Questa partnership fa parte di una serie di accordi annunciati a inizio mese dal gruppo logistico danese, tra cui figurano quelle con la zona economica del canale di Suez, l'autorità egiziana per le energie rinnovabili, l'Egyptian Electricity Transmission Company e il fondo sovrano dell'Egitto per gli investimenti e lo sviluppo.

Per Henriette Hallberg Thygesen, CEO flotta e marchi strategici di Maersk, «l'Egitto ha condizioni eccellenti per la produzione di energia rinnovabile e l'ambizione di diventare leader globale nella catena del valore dell'energia verde». Yehi Zaki, ingegnere presidente della SCZone, la zona economica speziale del canale di Suez, spiega che l'accordo permetterà di sfruttare le aree strategiche integrate dei porti e dei parchi industriali del canale di Suez.

Tag: maersk - idrogeno