|
Porto di Napoli
20 novembre 2018, Aggiornato alle 17,16
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Infrastrutture

Livorno, i lavori della Darsena Europa partiranno nel 2018

Lo ha detto il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, illustrando gli aggiornamenti al progetto della struttura 


La Darsena Europa nel porto di Livorno potrebbe essere realizzata e diventare operativa molto prima di quanto inizialmente previsto. Lo ha assicurato il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, illustrando ieri gli aggiornamenti al progetto al termine di un incontro per l'Accordo di programma sull'opera alla presenza, tra gli altri, del presidente dell'AdSP Livorno-Piombino Stefano Corsini.


Con la revisione progettuale, i lavori della Darsena dovrebbero partire nel 2018 per terminare nel 2022, risparmiando così quattro anni rispetto alla scadenza del 2026 prevista inizialmente. Nel 2018, ha precisato Rossi, "potremo partire, sia con la parte pubblica che verrà progettata e messa a gara dall'Autorità portuale, sia con la parte del privato per quanto riguarda i sedimenti. Nello stesso tempo, una parte dei sedimenti andrà a comporre una banchina riservata alle auto".

Tra le novità della revisione del progetto ci sarà l'escavo a 20 metri per la Darsena Europa, mentre la superficie della piattaforma non presenta variazioni e rimarrà a 62 ettari. Inoltre, ha detto ancora Rossi, per il prossimo anno "Fs ci conferma che partiranno i lavori per il cosiddetto scavalco ferroviario. C'è anche un impegno a fare un progetto preliminare per il prolungamento della ferrovia dall'interporto verso la linea Collesalvetti-Vada, il che significa – ha concluso Rossi - che il porto di Livorno sarebbe il più attrezzato a portare le merci sulla linea ferroviaria nazionale".


La revisione del progetto si era resa necessaria dopo che diversi soggetti, compresa la stessa Regione Toscana e il Mit, avevano espresso perplessità sulla precedente formulazione del bando, che peraltro risulta ancora aperto e dovrà quindi essere sospeso al più presto per avviare una nuova procedura.