|
napoli 2
13 dicembre 2019, Aggiornato alle 15,54
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Logistica

L'Egitto incontra l'Italia all'Interporto di Nola

Bilaterale tra le società del CIS e le imprese del paese africano, guidate dal viceministro al commercio Ibrahim Ashmawy

Ibrahim Ashmawy e Claudio Ricci

L'Egitto incontra l'Italia all'Interporto di Nola-CIS, magari strutturando in futuro incontri periodici, sia in Italia che nel paese africano. Si è tenuto martedì l'evento "Napoli-Il Cairo: opportunità commerciali tra Italia ed Egitto", organizzata dalla Confederazione Italiana per lo Sviluppo Economico e dall'International Consulting for Future, con il patrocinio della Regione Campania e del CIS/Interporto di Nola.

Un bilaterale imprenditoriale, dal carattere istituzionale e commerciale, con rappresentanti del governo e delle imprese egiziane guidate dal viceministro e presidente dell'autorità internazionale per il commercio e lo sviluppo della Repubblica d'Egitto, Ibrahim Ashmawy. Una «fondamentale occasione di confronto tra società egiziane e aziende italiane che hanno potuto valutare l'opportunità di sviluppare nuove relazioni commerciali», si legge in una nota del CIS.

All'evento erano presenti: il sindaco di Nola, Gaetano Minieri; il presidente dell'Osservatorio Eurispes sul Mediterraneo, Gerardo Romano; il componente del comitato di presidenza del CISE, Angelo Caliendo; l'amministratore delegato di CIS e Interporto Campano, Claudio Ricci.

Ricci ha sottolineato che «le relazioni con l'Egitto rappresentano uno step importante non solo per i suoi elevati tassi di sviluppo ma anche per la sua strategica localizzazione, quale porta di ingresso ai mercati del continente africano. Oggi il CIS e l'Interporto Campano, nel quadro della loro più ampia missione, puntano infatti anche a supportare il tessuto produttivo locale nell'attività di consolidamento dei rapporti internazionali». Ricci ha annunciato che «nell'ambito di Med Blue Economy, il progetto portato avanti dal CISE, intendiamo istituire la prossima primavera un appuntamento fisso in Egitto di incontro e scambio di relazioni, che diventi un "ponte" tra la nostra realtà con le sue eccellenze e i rappresentanti dell'imprenditoria egiziana».