|
napoli 2
23 giugno 2021, Aggiornato alle 19,08
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

La vaccinazione dei marittimi accelera. ICS stila una tabella di marcia

Stati Uniti e Paesi Bassi iniziano a fare sul serio. L'International Chamber of Shipping spiega come creare centri di distribuzione dedicati. Confitarma: "Ci siamo attivati anche noi"

Marittimi dopo aver ricevuto il vaccino COVID-19 a Norfolk, in Virginia, USA, maggio 2021 (credit: Barbara (Bobbi) Shipley)

Mentre gli Stati Uniti, i Paesi Bassi e altre nazioni stanno iniziando a distribuire vaccini a tutti i marittimi, la International Chamber of Shipping (ICS) ha pubblicato una tabella di marcia  per aiutare a creare centri di vaccinazione in tutto il mondo dedicati a questi lavoratori, coordinandosi con le organizzazioni non governative.

La tabella di marcia è rivolta ai marittimi che devono lasciare la nave e tornare a casa, a quelli provenienti da Paesi che non distribuiscono vaccini (pari al 60 per cento dei marittimi) o che non hanno dato prorità a questa categoria. Aiuta i governi e le aziende alla creazione di centri di vaccinazione, su come stabilire l'idoneità, come distribuire il farmaco, come amministrarlo e, infine, tutte le questioni legali legate. È utile ad armatori, agenti marittimi, agenzie di viaggio, autorità portuali e marittime, dogane e anche all'aviazione civile.

Leggi la tabella di marcia sui vaccini dell'International Chamber of Shipping

In un comunicato, Confitarma informa di essersi attivata «assieme alle altre associazioni armatoriali e alle organizzazioni sindacali al fine di rappresentare alle competenti amministrazioni nazionali la necessità di un canale prioritario e procedure ad hoc a favore dei lavoratori marittimi e per evidenziare le problematiche, non ancora risolte, incontrate dai marittimi per la prenotazione del vaccino attraverso i servizi sanitari regionali.

Il documento di ICS ritiene che i vaccini monodose sono preferibili, considerando l'alta mobilità dei marittimi. Ad oggi è il più complicato da produrre ma con 50 studi clinici avviati è probabile che in futuro arriveranno. 

Ad oggi, 16 stati degli Stati Uniti hanno avviato programmi di vaccinazione per l'equipaggio non nativo. Alcuni paesi europei seguiranno l'esempio nelle prossime settimane o mesi, all'indomani di una vasta campagna di vaccinazione della popolazione. I Paesi Bassi, in particolare, lanceranno un programma che includerà tutti i marittimi impiegati in navi battente bandiera olandese, indipendentemente dalla nazionalità.

«Il ritmo della produzione del vaccino Covid-19 è una meraviglia moderna, ma il mondo sta vacillando per i ritardi nella distribuzione», commenta il segretario generale dell'ICS, Guy Platten. «Presto i marittimi consegneranno il vaccino via mare. Forniscono già mascherine. siringhe e altri materiali medici. Ai marittimi deve essere data la priorità affinché il vaccino non aggravi ulteriormente i ritardi di consegna».