|
napoli 2
21 novembre 2019, Aggiornato alle 13,59
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Infrastrutture

La grande edilizia cinese sta arrivando nel porto di Genova

A fine mese l'autorità portuale costituirà una nuova società con China Communications Construction Company. Scriverà i progetti per Sestri Ponente e la diga foranea

Una bandiera di CCCC nel porto di Colombo, in Sri Lanka (ATUL LOKE/BLOOMBERG)

A fine mese il porto di Genova e China Communications Construction Company (CCCC) costituiranno una nuova società, in occasione della visita del presidente e segretario del Partito comunista cinese, Xi Jinping, in un bilaterale Italia-Cina contestuale alla belt and road iniziative. «Faremo un accordo di cooperazione con China Communications Construction company per sfruttare la sua grande esperienza in fase di predisposizione dei bandi di affidamento di alcune delle grandi opere previste dal programma del Commissario Bucci», ha detto martedì il presidente dell'Autorità di sistema portuale della Liguria occidentale, Paolo Emilio Signorini, in occasione di un convegno di Confindustria tenutosi a Genova.

La nuova società «ci aiuterà nelle fasi di appalto di alcune grandi opere relative al porto di Genova», ha detto Signorini, riferendosi al piano da un miliardo di euro in tre anni – di cui ne sono finanziati al momento meno della metà – presentato a fine gennaio dal governo che prevede, tra le altre cose lo spostamento e prolungamento della diga goranea e il ribaltamento a mare dello stabilimento di Sestri Ponente di Fincantieri. CCCC, precisa Signorini, «non farà direttamente alcuna costruzione: ci fornirà supporto per l'affidamento delle opere ad altri. L'obiettivo è quello di costituire una nuova società in partnership tramite cui cooperare. Ma su questo tipo di accordi l'ultima parola spetta poi al governo».

China Communications Construction Company è un grosso gruppo edile che realizza di tutto: autostrade, ponti, tunnel, binari per l'alta velocità, metropolitane, aeroporti e porti. In Italia si sta occupando del porto offshore di Venezia, in un consorzio costituito nel 2017. Al momento opera principalmente in Cina. Ha realizzato il ponte più lungo del mondo – 55 chilometri - l'Hong Kong-Zhuhai-Macao, inaugurato ad ottobre scorso.

-
credito immagine in alto