|
napoli 2
25 settembre 2020, Aggiornato alle 17,23
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Joint Nyk, Mol, K Line ("The Parties"), ok Antitrust Singapore

Per la Competition Commission l'unico rischio è nel trasporto container, tutte le altre attività sono autorizzate


La Competition Commission of Singapore ha dato il via libera alla joint venture tra le tre compagnie armatoriali giapponesi Nippon Yusen Kabushiki Kaisha (Nyk), Mitsui OSK Lines (Mol) e Kawasaki Kisen Kaisha (K Line).
 
Soprannominata nell'ambiente come "the Parties", l'accordo prevede la fusione sia dei servizi a mare che delle attività terminalistiche a terra al di fuori del Giappone. Se tutti i passaggi operativi e l'organizzazione dei servizi congiunti procederanno senza intoppi, le tre compagnie contano di partire ad aprile 2018. 
 
L'Antitrust di Singapore, che ha dato la sua autorizzazione dopo una consultazione pubblica coinvolgendo gli operatori dell'ambiente, ha evidenziato che i servizi container congiunti sono l'unica attività che potrebbe avere un impatto negativo sulla città-Stato del sud-est asiatico ma qui i tre armatori operano singolarmente per lo più in trasporti di liquidi (gas, greggio, olio), auto e project cargo. 
 
813 sussidiarie per tre compagnie
Tutte le altre attività – servizi di logistica, trasporto di rinfuse, liquidi, auto – saranno gestite separatamente dalle rispettive controllate che per due su tre armatori sono tantissime, per un totale di oltre 800 società. K Line ne ha 341, impiegate nel trasporto marittimo, agenzia marittima, ship management, trasporto di banchina, magazzinaggio, noleggio e riparazione container. Mol ha 438 sussidiarie coinvolte nel trasporto di greggio, container, traghetti e cabotaggio, rimorchio, crociere e attività extra-marittime come patrimoni immobiliari e attività finanziarie. Nyk ha 34 sussidiarie specializzate in trasporto marittimo, aereo, immobili, crociere e attività finanziarie.
Tag: antitrust