|
napoli 2
25 novembre 2020, Aggiornato alle 19,13
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Intels salva Interporto di Venezia e Terminal Adriatico

Operazione da 19 milioni di euro da parte di Gabriele Volpi per acquisire le società commissariate dal 2013. In futuro nuovi servizi verso la Nigeria

Uno stand Intels all'Europe breakbulk 2015 di Anversa

Con un investimento di 19 milioni di euro, la Intels (Integrated Logistic Services) di Gabriele Volpi (imprenditore italiano della logistica petrolifera naturalizzato nigeriano, proprietario dello Spezia Calcio) ha acquisito l'Interporto di Venezia e il Terminal Intermodale Adriatico di Marghera, entrambi in gestione commissariale dal 2013.

Scongiurato il licenziamento per i 50 dipendenti complessivi di Interporto e Terminal. Il soggetto dell'operazione – aggiudicata a dicembre nei beni e pochi giorni fa con la firma del trasferimento immobiliare - è la società Rivers Docks, del gruppo Orlean Invest Holding, storico gestore dei terminal petroliferi della Nigeria, che acquisirà partecipazioni e crediti bancari. Sul fronte industriale, rende noto la Intels, verranno ampliate le attività verso l'Africa aggiungendo nuovi servizi. Per quanto riguarda gli investimenti, si parla in generale di «modernizzazione delle attività» e di una «razionalizzazione della logistica».

Prossimo passo, incontro tra nuova proprietà e Autorità portuale dell'Adriatico settentrionale per coordinare le attività e il rilancio aziendale.

-
credito immagine in alto

Tag: venezia