|
napoli 2
22 novembre 2019, Aggiornato alle 19,55
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Eventi

Infrastrutture e sviluppo nel Mezzogiorno. L'assemblea Unindustria Napoli

Appuntamento martedì 4 giugno presso il Centro Congressi della Mostra d'Oltremare


"Infrastrutture materiali e immateriali. Per un futuro di sviluppo della coesione e della competitività del Mezzogiorno". è il tema al centro dell'Assemblea Pubblica di Unione Industriali Napoli, presieduta da Vito Grassi, in programma martedì 4 giugno (ore 10)  presso il Centro Congressi della Mostra d'Oltremare, e alla quale parteciperanno fra gli altri il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e il sindaco di Napoli Luigi De Magistris.  

I temi del dibattito
Il Mezzogiorno deve tornare centrale nell'Agenda del Paese, perché dalla sua capacità di crescita dipende il recupero di competitività del sistema Italia. Tema fondamentale da affrontare è quello delle infrastrutture, leva prioritaria per la crescita e precondizione di qualsiasi programma di sviluppo, e tuttavia settore nel quale il Sud sconta ancora gravi ritardi e registra un calo degli investimenti pubblici, che rimangono ben lontani da quanto spetterebbe in proporzione alla popolazione del territorio. Sono invece necessari, e non più rinviabili, interventi e investimenti significativi per colmare il divario infrastrutturale. Altro fattore fondamentale di competitività, oltre alle infrastrutture, è la conoscenza. Napoli, in questo campo, può vantare una esperienza di eccellenza come il polo di San Giovanni a Teduccio, importante esempio anche di rigenerazione urbana. È necessario far leva sulle straordinarie potenzialità offerte da questo modello di Alta formazione, e puntare sempre di più sulla digitalizzazione per attrarre investimenti dei grandi player mondiali e far sì che questo circuito virtuoso di risorse materiali e immateriali sia al servizio innanzitutto del nostro territorio per innescare decisi processi di crescita.

Gli interventi  
Dopo i saluti del Sindaco e del presidente della Regione, e la relazione del presidente di Unione Industriali Napoli, è prevista la tavola rotonda, moderata da Giorgio Santilli del Sole 24 ore, con Roberto Barbieri, amministratore delegato Gesac Spa; Luca D'Agnese, direttore Pubblica Amministrazione, Infrastrutture e Territorio Cassa Depositi e Prestiti; Paolo Gallo,  amministratore delegato e direttore generale Italgas Spa; Maurizio Gentile, amministratore delegato e direttore Generale RFI Spa; Massimo Simonini, amministratore delegato e direttore generale ANAS Spa; Pietro Spirito, presidente Autorità di Sistema Portuale Mar Tirreno Centrale; Carlo Tamburi, presidente e amministratore delegato Enel Italia. Le conclusioni sono affidate al presidente di Confindustria Vincenzo Boccia.
 
Gli altri incontri della giornata
La giornata proseguirà nel pomeriggio, sempre al Centro Congressi della Mostra d'Oltremare, con Connext Napoli, la prima iniziativa a livello territoriale di partenariato industriale - dopo il lancio a Milano lo scorso febbraio della piattaforma Connext – con il fine di promuovere incontri tra Grandi imprese, Pmi e startup del territorio e nazionali, creando così un luogo di networking e di business. E sono più di 120 gli incontri B2B che si svolgeranno nella giornata fra le oltre 450 imprese che si sono registrate sulla piattaforma per mostrarsi su questa importante vetrina digitale ed entrare così in contatto.  

Previsti, fra gli altri, gli interventi di Enrico Bertolino, coach  ed esperto di edutainment sul tema "Il futuro non è più quello di una volta", e di Luca Peyrano, amministratore delegato di Elite su "La nuova frontiera del vantaggio competitivo: competere per i capitali". Dopo il confronto della mattina fra Istituzioni e soggetti gestori delle reti infrastrutturali, il pomeriggio, con la conduzione di Adriano Albano, sarà dedicato alla presentazione di esperienze e iniziative che testimoniano l'importanza della digitalizzazione, come leva di sviluppo e competitività.

Il Campania DIH (Digital Innovation Hub), nato dalla collaborazione fra il sistema confindustriale regionale e quello universitario con l'obiettivo di stimolare e promuovere la domanda di innovazione del sistema produttivo, ha costituito una Comunità Innovativa di dieci importanti player nazionali e internazionali dell'innovazione che presenteranno la propria competenza tecnologica messa a disposizione delle Pmi per favorire la loro trasformazione 4.0. Alla sessione parteciperanno fra gli altri il presidente di Campania DIH Luigi Nicolais, il rettore dell'Università Federico II di Napoli Gaetano Manfredi e il direttore area Politiche Industriali di Confindustria Andrea Bianchi. Tre premi indetti da Campania DIH saranno assegnati per le Nuove Idee Imprenditoriali, l'innovazione di processo e di prodotto nell'industria 4.0, e saranno illustrati i progetti più meritevoli fra quelli presentati. 

Un'altra sessione pomeridiana è dedicata alle eccellenze dell'innovazione: imprese e idee d'impresa selezionate dalle Academy del Polo Universitario S. Giovanni a Teduccio della Federico II e da Campania New Steel, e start up e Pmi innovative associate a Unione Industriali Napoli, racconteranno la propria esperienza attraverso pitch e prototipi. Sarà altresì presentato l'accordo di cooperazione per l'internazionalizzazione delle startup e pmi innovative di Italia e Cina "Italy-China Alliance". I big player nazionali Eni ed Enel, inoltre, incontreranno le imprese locali per illustrare loro le modalità e i criteri da seguire per diventare fornitori e clienti Eni e il processo di qualificazione Italia (Enel). 
 

Tag: assemblee