|
napoli 2
28 luglio 2021, Aggiornato alle 16,09
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2

Incidenti di pirateria, mai così pochi in 27 anni

L'International Maritime Bureau invita però gli equipaggi a non abbassare la guardia: i rischi rimangono alti, specie in Africa occidentale


Il livello più basso in 27 anni. Parliamo degli incidenti di pirateria e rapina a mano armata nei mari del mondo. Un dato estremamente positivo che però non consente di abbassare la guardia: i rischi, specie in Africa occidentale, rimangono alti. L'ultimo rapporto globale sulla pirateria di International Maritime Bureau descrive in dettaglio 68 episodi di pirateria e rapina a mano armata contro le navi – il totale più basso dal 1994 – in calo rispetto ai 98 incidenti dello stesso periodo dell'anno scorso. Nei primi sei mesi del 2021, il Piracy Reporting Center (Prc) di Imb ha riferito di 61 navi abbordate, quattro tentativi di attacco, due navi sparate e una nave dirottata.

Nonostante il calo complessivo degli incidenti segnalati, la violenza contro gli equipaggi è continuata con 50 membri dell'equipaggio rapiti, tre ciascuno minacciato e preso in ostaggio, due aggrediti, uno ferito e uno ucciso per tutta la prima metà del 2021. Sebbene il numero ridotto di incidenti segnalati sia il benvenuto, l'Imb Prc continua a mettere in guardia contro il compiacimento. Le navi sono state abbordate nel 91% degli incidenti segnalati. 

Area di rischio numero uno: Golfo di Guinea
Il Golfo di Guinea continua a essere particolarmente pericoloso per i marittimi con il 32% di tutti gli incidenti segnalati che si verificano nella regione, secondo Imb. La regione ha rappresentato tutti i 50 membri dell'equipaggio rapiti e la morte dell'equipaggio singolo registrata da Imb durante la prima metà del 2021. Il numero di rapimenti registrati nel Golfo di Guinea nell'ultimo trimestre è il più basso dal secondo trimestre del 2019, ma i pirati continuano a prendere di mira tutti i tipi di navi in tutta la regione. Imb avverte che i pescherecci sono stati dirottati nel Golfo di Guinea e in seguito utilizzati come navi madre per colpire altre navi mercantili.

Attacchi con coltelli nello stretto di Singapore
Lo Stretto di Singapore ha registrato 16 incidenti nei primi sei mesi del 2021, rispetto agli 11 nello stesso periodo del 2020. Questi attacchi sono considerati di natura opportunistica, ma l'IMB avverte che in sette incidenti gli autori erano armati di coltelli. In tre distinti incidenti, è stato riferito che i marittimi sono stati minacciati, aggrediti o feriti.

Incidenti al largo delle coste del Perù
Rispetto alla prima metà del 2019 e del 2020, Callao Anchorage, in Perù, ha registrato un aumento di due volte del numero di incidenti con nove incidenti segnalati in totale per il 2021. Ci sono stati quattro incidenti nel secondo trimestre del 2021 e coltelli segnalati in tre di questi, secondo gli ultimi dati di IMB. Gli autori nella regione possiedono la capacità di effettuare attacchi violenti con due distinti episodi di ostaggio e aggressione dell'equipaggio che si verificano nei primi sei mesi del 2021.

Baia di Manila, Filippine
Si consiglia alle navi di adottare misure precauzionali mentre sono ancorate nella baia di Manila, nelle Filippine, poiché quattro incidenti sono stati segnalati a Imb per il secondo trimestre del 2021.
 

Tag: pirateria