|
adsp napoli 1
16 maggio 2022, Aggiornato alle 16,42
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

In Sardegna prende il largo la stagione crocieristica

180 scali tra febbraio e dicembre. Numeri non così lontani dal 2019. Primo approdo oggi a Cagliari con "AidaBlu". Dopo tre anni, ritorna ad Olbia Msc Crociere

"AidaBlu" nel porto di Cagliari, mercoledì 23 febbraio 2022

La stagione crocieristica 2022 della Sardegna è iniziata oggi e proseguirà fino a dicembre con un totale di 180 scali. L'approdo inaugurale è stato con AidaBlu, proveniente da Barcellona, che ha ormeggiato stamattina alle 7.30 al molo Rinascita del porto di Cagliari con a bordo circa 800 passeggeri. 

Toccata, quella della compagnia tedesca del gruppo Costa, che prelude a un ritorno alla normalità per l'industria crocieristica nell'isola, dopo un 2020 di quasi totale azzeramento e un 2021 di leggera ripresa. 180 le navi programmate per quest'anno (nel 2019 sono state 218), con toccate in quasi tutti i porti di competenza dell'Autorità di sistema portuale della Sardegna.

È il porto di Cagliari a mantenere la sua leadership nel settore, con poco più di 120 approdi ed una previsione di circa 200 mila crocieristi. Numeri in netto recupero rispetto al periodo pre pandemico. Nel 2019, infatti, le toccate sono state poco più di 100 con un totale passeggeri prossimo alle 260 mila unità. egue il passo Olbia che, rispetto ai 70 scali e 126 mila passeggeri del 2019, prevede un 2022 con 48 approdi (ma di navi più grandi) programmati tra marzo e novembre, e circa 100 mila passeggeri. In leggera ripresa rispetto al 2021 (con 2 toccate registrate), ma ancora lontano dai numeri del 2019, lo scalo di Porto Torres si prepara ad accogliere 5 navi, concentrate nei mesi di giugno e luglio, ed una previsione di circa 6 mila passeggeri (lo scorso anno sono stati in tutto 172). Dopo due anni di blocco, il porto di Golfo Aranci ritorna ai livelli pre pandemia con 4 approdi tra aprile e ottobre delle navi extra lusso della Seabourn Cruise Line ed una proiezione di 2400 passeggeri. Anche Oristano si prepara a riaccogliere le crociere, con 2 prenotazioni ed un graduale ripresa rispetto al record 2019, che aveva fatto registrare 7 scali e 776 passeggeri. Altre due toccate, rispettivamente ad aprile e ad ottobre, interesseranno lo scalo di Arbatax che, dopo l'unico approdo della Clio, nel mese di ottobre 2021, punta a ritagliarsi, forte degli interventi infrastrutturali programmati dall'AdSP, il proprio spazio nel mercato crocieristico. 

Ripresa dei traffici, quindi, ma anche alcune importanti novità per la destinazione del Sistema Sardegna che, da una parte, apre a nuovi mercati e, dall'altra, rafforza il flusso di traffico tra porti di competenza. Per la prima volta, infatti, Cagliari ed Olbia accoglieranno la Valiant Lady, ammiraglia della neonata Virgin Cruise, compagnia del segmento lusso del magnate inglese Richard Branson e orientata alle crociere per soli adulti. È il frutto di un lavoro di due anni per l'autorità portuale, con la visita nei due scali degli executives della compagnia, accompagnati dallo staff marketing dell'autorità portuale sarda. 

Si avvicenda dal porto del capoluogo sardo all'Isola Bianca, invece, la Msc Crociere, che torna ad Olbia dopo tre anni di assenza con la Msc Orchestra, reintroducendo la possibilità di imbarco e sbarco per un tour nel Mediterraneo. Cagliari ed Olbia, infine, saranno tappe del multiscalo della AidaStella per 4 approdi, da luglio a novembre.

«Le numerose prenotazioni in calendario confermano la definitiva uscita dalla crisi per il mercato crocieristico nel Mediterraneo ed un rapido ritorno alla normalità per i traffici nei nostri porti di competenza – spiega Massimo Deiana, presidente dell'autorità portuale della Sardegna – benché ancora provvisoria e, quindi, soggetta ad aggiustamenti nei prossimi mesi, la programmazione 2022 punta già a raggiungere gli importanti risultati del 2019, con ampia redistribuzione e scambio dei traffici tra scali, apertura a nuove compagnie armatoriali e, quindi, a nuovi target di clientela che, sono certo, richiameranno nei prossimi anni nuove fette di mercato e risultati record per l'isola».