|
adsp napoli 1
18 maggio 2024, Aggiornato alle 18,37
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4
Armatori

Il porto di Igoumenitsa a Grimaldi. Firmato il contratto

Quarant'anni di gestione per 84 milioni di euro. Le infrastrutture restano in mano allo stato. La spiaggia di Thesprotia in concessione alla città

il primo ministro della Grecia, Kyriakos Mitsotakis (kathimerini.gr)

Dopo l'approvazione all'inizio di settembre da parte del Parlamento greco della privatizzazione del porto di Igoumenitsa, venerdì scorso ad Atene è stato definitivamente firmato il contratto che cede il 67 per cento delle quote di Igoumenitsa Port Holding Company alla joint venture tra il gruppo armatoriale napoletano Grimaldi Euromed, la sua controllata greca Minoan Lines e la Investment Construction Commercial and Industrial. Un'operazione da circa 84 milioni di euro.

Il contratto prevede una concessione di quarant'anni con un canone concessiorio pari al 3,5 per cento dei ricavi lordi del porto. La proprietà delle infrastrutture portuali resta in mano allo stato, poiché la vendita riguarda le sole quote dell'organismo di gestione, quel due terzi pari al 67 per cento acquisito da Igoumenitsa Port Holding Company, mentre il restante terzo, il 33 per cento, resta in quota Taiped, cioè il fondo pubblico Hellenic Republic Asset Development Fund. Nel contratto è anche prevista la concessione ai residenti della città di Thesprotia, una delle quattro periferie del capoluogo Igoumenitsa, di circa 2,400 ettari di spiaggia, finora gestiti da Igoumenitsa Port Holding Company.

Durante la cerimonia di firma è intervenuto il primo ministro della Grecia Kyriakos Mitsotakis, che ha parlato di una giornata «molto importante non solo per il porto ma per l'intera regione dell'Epiro. «Il trasferimento della gestione del porto di Igoumenitsa ad una grande gigante del trasporto marittimo significa maggiore crescita sia per l'economia nazionale che per quella locale», ha detto  Mitsotakis.

-
credito immagine in alto

Tag: grimaldi