|
napoli 2
19 aprile 2019, Aggiornato alle 16,31
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Politiche marittime

Il piano del Regno Unito per restare leader marittimo, anche con la brexit

Maritime 2050 prevede misure nei campi dell'innovazione tecnologica, della formazione e dello sviluppo delle infrastrutture


Continuare ad essere una nazione leader mondiale nel settore del trasporto marittimo, almeno per i prossimi trent'anni. Con questo obiettivo il governo britannico ha presentato il programma strategico Maritime 2050. Il piano che prevede una serie di misure a breve, medio e lungo termine nei campi dell'innovazione tecnologica, della formazione del personale e dello sviluppo delle infrastrutture. Tra queste c'è la creazione di un hub per l'innovazione in uno dei porti della nazione entro il 2030.

Tra le innovazioni tecnologiche in cui il Regno Unito vuole essere all'avanguardia c'è quella della navigazione autonoma e la Maritime and Coastguard Agency sta già da tempo valutando le misure necessarie per garantire la sicurezza di queste e di altre navi. Nel campo della formazione, il governo sta studiando la creazione di una Maritime Skills Commission mettendo assieme esperti di primo piano che forniscano informazioni sulle necessità attuali e future del settore, mantenendoci all'avanguardia nel campo della formazione.

Nel Regno Unito il settore marittimo dà lavoro, direttamente e indirettamente, circa 1 milione di persone contribuendo con circa 40 miliardi di sterline all'economia, secondo i calcoli di Maritime Uk. Movimenta il 95 per cento del commercio internazionale del paese, pari a un valore di 500 miliardi di sterline all'anno.

Tag: formazione