|
adsp napoli 1
22 febbraio 2024, Aggiornato alle 09,38
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Il Bangladesh entra nella Convenzione di Hong Kong

Uno dei principali Paesi dove vengono smantellati i mercantili si impegna a rientrare nei parametri internazionali di riciclaggio e sicurezza sul lavoro

Kitack Lim, segretario generale dell'IMO, e Saida Muna Tasneem, rappresentante per il Bangladesh nell'IMO

Il Bangladesh è diventato parte della Convenzione internazionale di Hong Kong per il riciclaggio sicuro ed ecologicamente corretto delle navi, adottata nel 2009 dall'International Maritime Organization (IMO) ma non ancora in vigore. Il Bangladesh è uno dei più principali paesi di demolizione e riciclaggio navale, per lo più tramite un metodo vietato a livello internazionale, quello dello spiaggiamento, altamente inquinante e tossico per chi ci lavora. 

Oggi Saida Muna Tasneem, alto commissario, rappresentante permanente del Bangladesh presso l'IMO, ha depositato lo strumento di adesione a Londra, presso il segretario generale dell'IMO, Kitack Lim. «Il governo del primo ministro Sheikh Hasina ha dimostrato ancora una volta la leadership e l'impegno globali del Bangladesh come uno dei principali paesi di riciclaggio delle navi per il riciclaggio delle navi sicuro e sostenibile per l'ambiente aderendo alla Convenzione di Hong Kong. Il Bangladesh ringrazia il segretario generale dell'IMO Kitack Lim e il suo team, il governo norvegese e altre organizzazioni internazionali per il loro continuo sostegno alla nostra industria del riciclaggio delle navi», commenta Tasneem.

L'adesione del Bangladesh arriva dopo una tavola rotonda tenutasi il 23 maggio nella sede dell'IMO di Londra, che ha avviato la fase tre del progetto attuato dall'IMO  per il riciclaggio sicuro e rispettoso dell'ambiente delle navi in ​​Bangladesh (chiamato progetto SENSREC). L'incontro ha discusso la ratifica della Convenzione di Hong Kong e ha fatto il punto sui risultati del progetto e sui contributi delle principali parti interessate. I partecipanti hanno confermato il ruolo significativo che il progetto e la sua eredità hanno svolto nel spingere il governo del Bangladesh ad aderire alla Convenzione. 

Il progetto SENSREC consiste in un sostegno politico-legale da parte dell'MO. È stato finanziato dalla Norvegia in tre fasi, per un importo di circa 4 milioni di dollari dal 2015. SENSREC ha collaborato con il ministero dell'Industria del Bangladesh e con il Bangladesh Ship Breakers and Recyclers Association. Nel progetto sono stati coinvolti anche i lavoratori dei cantieri di smantellamento e i proprietari dei cantieri. La fase 2 di SENSREC ha stabilito una tabella di marcia istituzionale e legale verso la ratifica con la formazione di 900 lavoratori dei cantieri navali. Tra le altre cose, è stato anche organizzato questo mese un seminario a Chittagong.

La Convenzione di Hong Kong entrerà in vigore 24 mesi dopo che i seguenti criteri richiesti saranno stati soddisfatti:
• adesione di non meno di 15 Stati;
• adesione di almeno il 40 per cento del trasporto mercantile mondiale per stazza lorda;
• capacità di riciclaggio delle navi non inferiore al 3 per cento del tonnellaggio lordo della navigazione mercantile.

-
credito immagine in alto

Tag: ambiente