|
napoli 2
14 maggio 2021, Aggiornato alle 20,04
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Il 2020 di Zim è stato il migliore in 75 anni di storia

Utile netto pari a 524 milioni di dollari. La tariffa media di noleggio è lievitata del 22 per cento rispetto al 2019

(Dan/Flickr)

Anche per Zim, così come per tutte le altre compagnie marittime che trasportano container, il 2020 è stato uno dei migliori di sempre. L'armatore israeliano ha chiuso l'anno con un utile netto di 524 milioni di dollari, rispetto a un 2019 chiuso in perdita per 13 milioni.

L'ultimo trimestre 2020 vede un utile netto di 366,4 milioni, ripetto agli 1,2 milioni incassati nel quarto trimestre 2019. L'EBITDA 2020 è stato pari a poco più di un miliardo di dollari. Sempre sull'intero anno, l'EBIT è cresciuto del 372 per cento a 722 milioni.

Il trasportato si è mantenuto analogo al 2019, a conferma che quello che è cambiato sono stati i costi di noleggio. La flotta di Zim nel 2020 ha trasportato 2,84 milioni di TEU, in crescita dell'1 per cento. La tariffa di trasporto media, per TEU, è stata di 1,229 dollari, in aumento del 22 per cento.

«Durante la pandemia globale abbiamo generato il nostro più alto reddito netto in 75 anni di storia aziendale», ha detto Eli Glickman, presidnete e CEO di Zim, che recentemente ha avviato un importante investimento sulla tecnologia blockchain. «Abbiamo iniziato il 2021 – continua – diventando la prima compagnia di linea container ad essere quotata alla Borsa di New York. Inoltre, abbiamo annunciato un accordo di noleggio a lungo termine per dieci navi dual-fuel a gas da 15 mila TEU, per soddisfare la crescente domanda sulla Asia-West Coast USA».

-
credito immagine in alto

Tag: zim - container