|
napoli 2
24 giugno 2021, Aggiornato alle 19,22
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Idrogeno, in Giappone il primo test su una barca da diporto

Realizzata da Yanmar, è un'unità lunga 12 metri con una stazza di 8 tonnellate e una potenza di 250 kW. L'obiettivo è estendere le celle a combustibile su navi più grandi entro il 2025


Yanmar Power Technology ha condotto oggi il primo test operativo su una imbarcazione non commerciale alimentata a celle a combustibile. Si tratta della prima unità non mercantile spinta dall'idrogeno.

Il test è servito a capire il funzionamento della barca – un mezzo da diporto, modello EX38A FC – che dispone di un'innovativa propulsione a doppia alimentazione, idrogeno e diesel. L'obiettivo del costruttore di motori giapponese è di applicarlo successivamente anche a navi più grandi entro i prossimi quattro anni. La barca è la prima a essere conforme alle linee guida di sicurezza per le navi a celle a combustibile formulate dal ministero dei Trasporti e del Turismo del governo giapponese.

Il sistema di Yanmar – fondata ad Osaka nel 1912, costruttore di motori ad uso marittimo e agricolo – utilizza due moduli di celle a combustibile per ospitare l'idrogeno, del tutto simile a quello utilizzato da Toyota per l'auto modello Mirai.

La barca è lunga 12,4 metri, larga 3,4, con una stazza di quasi 8 tonnellate. La potenza complessiva è di 250kW ed è stata costruita nel cantiere di Kunisaki, a Oita, in Giappone.