|
adsp napoli 1
23 settembre 2022, Aggiornato alle 21,13
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Hapag Lloyd ridisegna l'elica di 86 navi

Programma quinquennale da centinaia di milioni di euro per efficientare 150 navi della flotta con propulsori e bulbi più idrodinamici, oltre a vernici siliconiche di carena di nuova generazione

La nuova elica per la Ningbo Express (hapag-lloyd.com)

Con l'installazione nei giorni scorsi della prima elica in retrofit, Hapag Lloyd inizia il suo programma di aggiornamento della flotta, volto a modernizzare ed efficientare le navi mercantili, per ridurne i consumi e i costi di gestione. Durerà cinque anni e interesserà 150 navi. Il costo, non esplicitamente dichiarato, sarà di diverse centinaia di milioni di euro e segue un recente ordine di costruzione da 2 miliardi per 12 navi a gas naturale liquefatto.

L'elica citata poc'anzi è stata lavorata nel porto di Amburgo, ottimizzata dal produttore tedesco MMG, e verrà installata sulla Ningbo Express, portacontainer da 7,500 TEU, in navigazione col nuovo apparato a partire da settembre, risparmiando tra il 10 e il 13 per cento di carburante.

Saranno 86 le navi della flotta che vedranno ridisegnate le eliche, mentre altre 34 riceveranno un nuovo bulbo di prua, anch'esso ottimizzato idrodinamicamente per ridurre l'attrito (l'opposto dell'elica, che vede amplificata la forza propulsiva). Su tutte le navi verrà applicata una nuova vernice anti-incrostazione che riduce la resistenza, soprattutto sotto la linea di galleggiamento.

«Miriamo a essere climaticamente neutrali entro il 2045», afferma Maximilian Rothkopf, direttore operativo di Hapag-Lloyd. «Per raggiungere questo obiettivo, vogliamo ridurre le emissioni di anidride carbonica delle nostre navi del 30 per cento già entro il 2030».

-
credito immagine in alto