|
napoli 2
27 novembre 2021, Aggiornato alle 09,59
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Grimaldi potenzia con due "Eco" la Ravenna-Brindisi-Catania

Con l'arrivo di Eco Catania ed Eco Livorno, che sostituiscono Eurocargo Sicilia ed Eurocargo Catania, la capienza del servizio trisettimanale raggiunge i 7,800 metri lineari per nave

Guido Grimaldi, corporate Short Sea Shipping di Grimaldi, e il presidente del porto di Brindisi, Ugo Patroni Griffi

Questa mattina nel porto di Brindisi, all'ormeggio di Punta delle Terrare su Costa Morena, l'autorità portuale e l'armatore Grimaldi hanno presentato il potenziamento della linea rotabili trisettimanale Ravenna-Brindisi-Catania, attiva dal 2012. Il presidente dell'Autorità di sistema Portuale dell'Adriatico Meridionale, Ugo Patroni Griffi, il Corporate Short Sea Shipping di Grimaldi, Guido Grimaldi, e il capitano di fregata Andrea Chirizzi della Capitaneria di porto di Brindisi, hanno accolto le due nuove ro-ro Eco Catania ed Eco Livorno, che da oggi sostituiscono Eurocargo Sicilia e la gemella Eurocargo Catania. Stamattina è arrivata Eco Catania, mercoledì arriverà Eco Livorno.

Si tratta di due unità di nuova generazione che raddoppiano la capacità del servizio e sono tra le più grandi in circolazione nel Mediterraneo, consegnate nella prima metà dell'anno. Sono capaci di trasportare 200 mezzi pesanti in più, 500 in totale - o 250 semirimorchi – e 180 autovetture, per 7,800 metri lineari complessivi. Spegneranno i motori in ormeggio grazie all'energia elettrica immagazzinata in grandi batterie con una potenza di 5MWh, che si ricaricano durante la navigazione mediante gli shaftgenerators e con l'ausilio del cosiddetto sistema peakshaving, a cui si aggiungono di 350 metri quadri di pannelli solari. Eco Catania ed Eco Livorno sono larghe 34 metri, lunghe 238 metri (220 le vecchie Eurocargo), hanno una stazza di 64 mila tonnellate e battono bandiera italiana.

Capacità raddoppiata, quindi, triplicata rispetto alla generazione precedente di navi ro-ro, nonostante consumino lo stesso quantitativo di carburante a parità di velocità: ciò significa un'efficienza raddoppiata misurata in consumo per tonnellata di merce trasportata.

«Ciò significa che i volumi di traffico, che già ora segnano record significativi, nonostante la pandemia e la transizione energetica schizzeranno vorticosamente, con ricadute importanti su tutto il comparto economico del territorio», commena Patroni Griffi, «un risultato, questo, impensabile fino a qualche mese fa. Le due nuove navi Ro-Ro, infatti, possono approdare a Brindisi, anche in ore notturne, a seguito dell'innalzamento dei limiti di airdraft determinati dal cono di atterraggio aeroportuale che consentirà alle due navi di poter ormeggiare alle banchine delle Terrare, pur essendo alte 47,80 metri. Il Gruppo Grimaldi ha deciso di investire su Brindisi, in una visione strategica legata ai progetti di infrastrutturazione che abbiamo in cantiere nell'immediato futuro. Infatti, la piena accessibilità del porto per navi di tale stazza si avrà, esclusivamente, con la realizzazione del pontile a briccole (appalto in corso di aggiudicazione) e con la realizzazione degli accosti di Sant'Apollinare. Il porto può crescere se ha infrastrutture adeguate all'evoluzione del naviglio e dei traffici». 

«Durante un anno difficilissimo come il 2020 - commenta Grimaldi - abbiamo continuato ad investire in sostenibilità, e navi così all'avanguardia e così rispettose dell'ambiente come la Eco Catania ci permettono già oggi di raggiungere i target del 2050. Questa cerimonia è la dimostrazione dell'importanza che il nostro Gruppo riconosce al porto di una città che condivide con noi una visione di rilevanza strategica verso il tema ambientale poiché la sostenibilità rappresenta oggi una necessità, un dovere ed una responsabilità dalla quale nessuno di noi può e deve esimersi».