|
adsp napoli 1
03 ottobre 2022, Aggiornato alle 18,36
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Green pass rafforzato, cosa cambia per il trasporto

Scatta in zona gialla e arancione, in zona bianca dal 6 dicembre. Quello base obbligatorio sui trasporti locali, sui traghetti e i treni. Vaccino obbligatorio esteso ai docenti e alle forze dell'ordine

(Thomas Reincke/Flickr)

Il 25 novembre il governo ha adottato un nuovo decreto legge che introduce nuove misure per il contenimento dell'epidemia da COVID-19, pubblicato in Gazzetta ufficiale il giorno dopo (leggi il testo). Tra le nuove misure, ci sono l'obbligo vaccinale per determinate professioni, la terza dose, l'estensione dell'obbligo vaccinale a nuove categorie, e l'istituzione del "green pass rafforzato". Sono tutti provvedimenti che in qualche modo influiscono sul lavoro. In una nota agli associati, Fai-Conftrasporto spiega le cose da sapere per chi lavora nell'autotrasporto, includendo anche alcune informazioni relative al trasporto marittimo, visto che i mezzi pesanti salgono anche sulle navi.

Per quanto riguarda i mezzi di trasporto, dal 6 dicembre l'obbligo del possesso del green pass "base" (vaccino, tampone o guarigione) viene esteso: 

• ai mezzi adibiti a servizi di trasporto pubblico locale e regionale, compresi gli autobus del noleggio con conducente, quando impiegati in servizi aggiuntivi a quest'ultimi; 
• alle navi e traghetti impiegati per i collegamenti marittimi nello Stretto di Messina e con le isole Tremiti; 
• ai treni adibiti a servizi interregionali; 

In merito al green pass, la norma interviene sui contenuti, l'ambito e la durata, includendo la dose di richiamo ("dose booster" o terza dose), l'avvenuta guarigione, e riducendo la durata del pass da 12 a 9 mesi dal completamento del ciclo vaccinale primario o del "booster". La riduzione della durata a 9 mesi riguarda anche il green pass rilasciato a seguito di avvenuta guarigione. Inoltre, dal 6 dicembre sarà obbligatorio anche per gli alberghi. 

Green pass rafforzato
A partire dal 29 novembre, all'interno delle zone gialle o arancioni, le attività normalmente svolte in zona bianca sono consentite solo tramite il green pass "rafforzato", quello che contiene informazioni sulla vaccinazione o l'avvenuta guarigione, per cui il tampone (antigenico o molecolare) non basta più per ottenerlo. A partire dal 6 dicembre il green pass rafforzato si applica anche alle zone bianche. Quando in vigore, il green pass rafforzato è obbligatorio nei servizi di ristorazione svolti da qualsiasi esercizio per il consumo al tavolo, al chiuso, ad eccezione dei servizi di ristorazione all'interno di alberghi e di altre strutture ricettive riservati esclusivamente ai clienti alloggiati e delle mense e catering continuativo su base contrattuale, cui rimane possibile accedere con il green pass ordinario. 

Per quanto riguarda i vaccini, il decreto stabilisce che:

• ai fini dell'adempimento dell'obbligo vaccinale previsto per determinate professioni, la prevenzione dell'infezione da SARS-CoV-2 comprende il ciclo vaccinale primario e, a partire dal 15 dicembre, la somministrazione del richiamo;

• l'obbligo di vaccinazione viene esteso al personale scolastico, al corpo militare e alle forze di polizia.

-
credito immagine in alto