|
napoli 2
24 giugno 2021, Aggiornato alle 14,02
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Golfo di Follonica, Marina Militare per il recupero delle ecoballe

Il materiale di combustibile solido secondario venne disperso in mare cinque anni fa dalla motonave Ivy


Sono riprese nei giorni scorsi le operazioni condotte dalla Marina Militare per la ricerca e il successivo recupero delle balle di combustibile solido secondario (ecoballe), disperse cinque anni fa dalla motonave Ivy nel Golfo di Follonica. La Protezione Civile ha dato via libera alla terza fase delle operazioni per la ricerca, la localizzazione, l'identificazione e il recupero di 12 ecoballe. In una seconda fase, nel mese di settembre, si è tenuta, inoltre, una campagna per la mappatura dei fondali elaborata dai tecnici dell'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra), del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) e delle Capitanerie di Porto.

Le attività condotte nel tratto di mare antistante Piombino vedono impegnate nave Anteo ed il cacciamine Termoli, con a bordo i palombari del gruppo operativo subacquei della Marina Militare, il ministero dell'Ambiente, la Regione Toscana, oltre a mezzi e personale della Capitaneria di Porto-Guardia Costiera. In parallelo proseguiranno le operazioni di verifica, mediante l'utilizzo di un sottomarino a comando remoto (ROV), dei target individuati dalle precedenti ricerche, al fine di confermare, oppure di poter ragionevolmente escludere la presenza di ulteriori ecoballe.