|
adsp napoli 1
19 giugno 2024, Aggiornato alle 16,30
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4
Armatori

"Go Slowly!", una campagna per ridurre la velocità sotto costa

L'iniziativa per tutelare la fascia marina delle prime tre miglia è patrocinata dalla Commissione Europea


Ha raggiunto i 30 partner la campagna informativa "Go Slowly!" per la riduzione della velocità dei natanti sotto costa, lanciata all'inizio dell'anno da Amer Yachts (gruppo Permare), con il patrocinio della European Commission Representation in Italy. La campagna è rivolta soprattutto alle grandi imbarcazioni – yacht e superyacht – e intende salvaguardare la fascia marina delle prime tre miglia dalla costa, chiedendo agli armatori e ai capitani di non superare i 15 nodi di velocità.

In questo modo, scrive Daily Nautica, si creerà automaticamente una area naturale protetta lungo tutte le coste, in cui tutti – persone e fauna marina – possano convivere in sicurezza, al pari di quanto già succede in molte zone protette italiane, come  ad esempio nel "Santuario dei cetacei Pelagos",  nel triangolo di mare compreso tra la Liguria e il nord della Sardegna. Un piccolo sacrificio che, secondo Amer Yachts, si traduce anche in una maggiore sostenibilità ambientale, poiché aderendo alle raccomandazioni della campagna "Go Slowly!" le imbarcazioni riducono anche le emissioni nocive nell'ambiente, così come i consumi.

Questi i marchi - tra aziende, associazioni e media - che ad oggi partecipano alla campagna "Go Slowly!": Portofino Yacht Marina, Gorilla Gang Style, Comitato Triregionale Giovani Imprenditori, Marina Genova, Marina D'Arechi, Marina degli Aregai, Porto Sole, Marina di Loano, Marina di San Lorenzo, YachtClass, Circle, Sanremo, Denison Yachting, Associazione GammaDonna, F,lli Razeto & Casareto, Credem, Sealence, Daily Nautica, Italian Yacht Masters, MySea, Vela&Motore, ImprontaZero, PG Legal, Yachting Pages Media Group, Consolato del Mare, Panorama, Garmin, YLM, Superyacht Digest e Yacht Carbon Offset.