|
napoli 2
04 dicembre 2020, Aggiornato alle 21,47
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2

Giro d'Italia a nuoto, quando la disabilità è un'arma in più

L'impresa sarà effettuata nel 2021 dal Salvatore Cimmino, maratoneta del mare privo di una gamba. Sostegno della Guardia Costiera

Salvatore Cimmino

Oltre tremila chilometri a nuoto lungo le coste della penisola. Li percorrerà il maratoneta del mare Salvatore Cimmino, ideatore del "Giro d'Italia a nuoto 2021" che rientra nel progetto "A nuoto nei mari del globo – Per un mondo senza barriere e senza frontiere", un'iniziativa mirata a sensibilizzare l'opinione pubblica sul tema della disabilità (Cimmino ha subito l'amputazione della gamba destra all'età di 15 anni) intesa nella sua accezione più ampia.

L'iniziativa, sostenuta ufficialmente dalla Guardia Costiera, vedrà l'atleta nato a Torre Annunziata - che ha fatto della propria esperienza personale e della propria passione per il nuoto, motivi di forza per contribuire a difendere i diritti delle persone con disabilità - compiere a nuoto un percorso di 3.365 km, da Ventimiglia fino a Trieste, da aprile ad ottobre del prossimo anno. Le Capitanerie di tutte le regioni italiane seguiranno gli aspetti operativi connessi alla sicurezza dell'impresa.