|
napoli 2
13 novembre 2019, Aggiornato alle 11,21
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Personaggi

Gioia Tauro, cercasi il primo presidente del porto

Ministero dei Trasporti lancia avviso per scegliere la prossima guida della nuova Autorità di sistema portuale del Tirreno meridionale e dello Ionio

Le gru di banchina del porto di Gioia Tauro

Al via la raccolta di manifestazioni di interesse per l'incarico di presidente dell'Autorità di sistema portuale del Tirreno meridionale e dello ionio, in sostanza del porto di Gioia Tauro, il più importante polo di trasbordo italiano, l'unico ancora amministrato dal vecchio istituto dell'autorità portuale (dal 2016 i porti sono gestiti dalle autorità di sistema portuale), commissariato da quattro anni e guidato da altrettanti dal commissario Andrea Agostinelli.

I candidati devono inviare un curriculum in formato europeo, in lingua italiana, entro il 26 novembre all'indirizzo ufficio.gabinetto@pec.mit.gov.it. L'intenzione del dicastero, in questa prima fase, è quella di «raccogliere profili qualificati che possano ricoprire in via esclusiva e a tempo pieno il ruolo di presidente dell'Autorità», si legge sul suo sito. La scelta verrà fatta dalla ministra Paola De Micheli, d'intesa con le regioni interessate. Infine, sentite le commissioni parlamentari, seguirà la nomina. L'avviso non è concorsuale, non ci sarà una procedura selettiva né verrà pubblicata una graduatoria né reso pubblico l'elenco dei candidati.

L'avviso è consultabile a questo indirizzo.

La legge 84/94, riformata dall'allora ministro dei Trasporti Graziano Delrio nel 2016, prevede una scelta «fra cittadini dei Paesi membri dell'Unione europea, aventi comprovata esperienza e qualificazione professionale nei settori dell'economia dei trasporti e portuale».