|
napoli 2
29 ottobre 2020, Aggiornato alle 22,32
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Geoeconomia, Sisto (Confitarma): "In Italia c'è bisogno di una governance unitaria del mare"

Il dg dell'associazione ha ricordato che oltre il 54% del commercio estero avviene via mare, a fronte del 15% che utilizza la modalità stradale

Luca Sisto

Oltre il 54% del commercio estero italiano avviene via mare, a fronte del 15% che utilizza la modalità stradale. Una netta prevalenza del trasporto marittimo che il direttore generale di Confitarma, Luca Sisto, ha sottolineato nel corso della tavola rotonda "Geoeconomia del mare: flussi globali, connessioni e competizione" tenuta nei giorni scorsi presso l'Università Tor Vergata di Roma.

Sisto, riferisce l'Agenda Confitarma, ha affermato che la centralità del Paese si deciderà nel Mediterraneo allargato, area geo-strategicamente unitaria sotto il profilo della sicurezza marittima. "Mare insicuro – ha detto il direttore di Confitarma – uguale mare costoso: occorre pertanto evitare che s'inneschi una catena di inefficienze tali da rendere diseconomico il nostro mare. L'Italia è chiamata a riconoscere le potenzialità che l'industria marittima nazionale può esprimere in termini di forza economica, benessere e occupazione. Per farlo – ha concluso Sisto – è necessaria una governance unitaria del mare, intesa come indispensabile alleanza con tutti gli stakeholder - incluso il mondo militare - per difendere gli interessi nazionali".
 

Tag: confitarma