|
adsp napoli 1
10 agosto 2022, Aggiornato alle 19,39
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Genova, una diga più corta per sostenere i costi

Dopo il fallimento della gara, la negoziazione sarà aperta, per un'opera a cui manca solo il cantiere. Signorini: "Frustrazione eccessiva"

Paolo Emilio Signorini, presidente dell'autorità portuale di Genova (Ports of Genoa/youtube)

Un molo più corto di circa 300 metri, per risparmiare sui costi mantenendo intatto la funzione della struttura. Infine, una negoziazione aperta anche ad altri soggetti, oltre a quelli che hanno rifiutato di partecipare alla gara. Su queste basi poggia lo spostamento e la costruzione della nuova diga foranea di Genova, che ha tutte le carte in regola per avviarsi nei cantieri, dopo un progetto di fattibilità, i VIA ambientali e la valutazione positiva del Consiglio superiore dei lavori pubblici.

Secondo il presidente dell'autorità portuale di Genova, Paolo Emilio Signorini, intervistato dal Secolo XIX, i costi extra con una diga più corta dovrebbero aggirarsi sui 300 milioni di euro circa. Alla fine, il molo dovrebbe arrivare a una lunghezza di circa 2,5 chilometri, rispetto ai 2,8 milioni a progetto. Il costo complessivo – quantificato da Invitalia nel 2018, prima della pandemia, dell'inflazione della guerra in Ucraina - è di 1,3 miliardi (quella a gara è un troncone da 929 milioni). La struttura poggerà su 104 cassoni in cemento armato a una profondità di 50 metri. 

«Non condivido questo clima di frustrazione eccessiva. Abbiamo testato il mercato e adesso possiamo rivedere alcuni elementi del bando e tornare sul mercato», spiega Signorini. «Le imprese potranno proporre migliorie. Poi c'è l'adeguamento dei prezzi attraverso il Dl Aiuti, che riconosce un forfettario del 20 per cento come adeguamento del prezzo. Se ci fosse un ulteriore aumento è prevista una copertura del 90% di questa eccedenza. la norma attuale dice che qualsiasi costo extra oltre i 150, 200 milioni è coperto al 90 per cento. Le imprese ritengono che ancora oggi la tutela non sia sufficiente, ma secondo me con l'aiuto del governo e delle istituzioni locali si potrà sciogliere anche questo nodo».

-
credito immagine in alto

Tag: genova